FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2007 :: Tra i Diritti Umani…
Tra i Diritti Umani fondamentali il più importante è il diritto all'alimentazione
Discorso del Dr. Diouf al Consiglio d’Europa
26 Giugno 2007, Strasbourg – Aderendo all’invito formulato dal Presidente del Consiglio d’Europa René Van der Linden, ieri, il Dr. Jacques Diouf, Direttore Generale della FAO, ha esortato i parlamentari europei ad accettare la sfida della lotta contro la fame per assicurare ai più svantaggiati – principalmente gli abitanti delle aree rurali - condizioni di vita decenti.

Rivolgendosi all’Assemblea Parlamentare in seduta plenaria, nel corso del dibattito sulle relazioni tra l’Europa ed il Bacino mediterraneo il Dr. Diouf ha iniziato il suo intervento richiamando la natura delle relazioni cuturali ed economiche tra l’Europa e l’Africa.

“Se negli anni a venire, da parte della comunità internazionale, non vi sarà uno sforzo particolare e sostenibile per a ridurre la povertà e la malnutrizione in Africa, il mondo intero sarà costretto a fare i conti con un doloroso e duro risveglio”, ha affermato il Dr. Diouf.

Ha ricordato che l’Europa ospita già un terzo del numero totale degli immigrati, un quarto dei quali è entrato illegalmente.

A proposito delle relazioni commerciali in agricoltura e nel settore alimentare, ha esortato
i parlamentari a far sì che l’Europa reagisca e partecipi al movimento di riforma degli aiuti allo sviluppo, reinserendo all’ordine del giorno come sfida prioritaria l’agricoltura:

“I mercali agricoli regionali ed internazionali devono essere organizzati equamente, per far sì che i paesi in via di sviluppo non siano vittime dell’accresciuta liberalizzazione.
Le negoziazioni dell’OMC sono essenziali a tal fine ed il programma di aiuti al commercio (“Aid-For-Trade”) deve renderli capaci di sviluppare un’offerta più competitiva in termini di prezzo e qualità", ha sottolineato il Dr. Diouf.

Le prossime sfide

Per quanto concerne specificamente il Bacino mediterraneo il Dr. Diouf ha detto che, dal punto di vista agricolo e alimentare, le aree del Mediterraneo meridionale e orientale da sole rappresentano il 14% circa delle importazioni cerealicole su scala mondiale, anche se la popolazione costituisce meno del 9% dell’intera popolazione mondiale, con proiezioni che indicano una dipendenza dalle importazioni persino maggiore in futuro.

Per fronteggiare queste sfide ha ricordato che un’agricoltura sostenibile, ben organizzata, dinamica, prospera ed ambiziosa, che abbia la capacità di produre cibo e di aiutare le popolazioni locali a stabilizzarsi e a gestire il mondo rurale e l’ambiente, non è prerogativa esclusiva dei paesi già sviluppati.

Il Dr. Diouf, dinanzi ai parlamentari del Consiglio d’Europa, ha detto che: “Tra i Diritti Umani fondamentali i più importanti sono il diritto alla vita, all’esistenza, all’integrità biologica, diritti di cui, nel mondo, 854 milioni di persone che soffrono la fame non hanno il godimento.”

“Con il vostro aiuto sono sicuro che saremo in grado di accettare la sfida della lotta alla fame e saremo in gradi di assicurare condizioni di vita decenti ai più svantaggiati, che prevalentemente vivono nelle zone rurali.”, ha concluso il Dr. Diouf.”

Per maggiori informazioni:
Gilles Hirzel
Ufficio stampa FAO
Gilles.hirzel@fao.org
(+33) 0680754543

Per maggiori informazioni:

Gilles Hirzel
Ufficio Stampa FAO
gilles.hirzel@fao.org
(+33) 680754543 (portable)

FAO/Giulio Napolitano

Jacques Diouf, Direttore Generale della FAO.

invia quest’articolo
Tra i Diritti Umani fondamentali il più importante è il diritto all'alimentazione
Discorso del Dr. Diouf al Consiglio d’Europa
26 giugno 2007 - Il Direttore Generale della FAO, ha esortato ieri i parlamentari europei ad accettare la sfida della lotta contro la fame per assicurare ai più svantaggiati – principalmente gli abitanti delle aree rurali - condizioni di vita decenti.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS