FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2007 :: FAO aiuta gli agric…
FAO aiuta gli agricoltori del Sud del Libano a tornare al lavoro
Da riattivare l’orticoltura e l’allevamento, nei siti contaminati dalle bombe a grappolo
8 agosto 2007, Roma -La FAO lancerà a settembre un programma da 3.3 milioni di dollari per aiutare i piccoli proprietari del Sud del Libano a riprendere la loro attività agricola, dopo mesi di interruzione dovuti alla guerra dello scorso anno e agli ordigni inesplosi. Il programma è finanziato con il Fondo UNDP per la ripresa del Libano.

Molti agricoltori dell’area non hanno potuto tornare ai propri campi per la presenza - stimata in oltre un milione - di bombe a grappolo israeliane innescate, residuo delle ostilità. Dalla fine del conflitto, oltre 200 persone sono state ferite o uccise da questi congegni.

Secondo il Centro delle Nazioni Unite per il coordinamento dell’azione contro le mine, nel Sud del Libano sinora è stato bonificato circa il 10 per cento delle bombe a grappolo, e ciò ha consentito la ripresa delle attività agricole in numerosi distretti.

Il programma di ripresa rapida e riabilitazione promosso dalla FAO si focalizzerà sui settori dell’orticoltura e dell’allevamento.

Aiuti in natura

I frutticoltori e i produttori di verdure, la maggior parte dei quali sono fortemente indebitati dopo aver perduto i raccolti ed esser stati costretti a rimanere inattivi per mesi, saranno riforniti di “aiuti in natura”: fertilizzanti, semi, piantine e aiuto per rimettere in funzione le loro serre.

Gli allevatori che hanno perduto i loro animali saranno aiutati a creare nuovi greggi e, nel contempo, saranno adottate altre misure per migliorare la produttività nelle aree colpite.

Secondo una valutazione iniziale effettuata dalla FAO dopo la guerra, i danni e le perdite del settore agricolo ammontavano a 280 milioni di dollari circa.

La metà della popolazione libanese dipende interamente dall’agricoltura per la propria sussistenza, e il settore fornisce quasi il 70 per cento del reddito familiare complessivo. Circa 50.000 famiglie hanno subito danni finanziari a causa della guerra.

Contatto:
Christopher Matthews
Ufficio Stampa, FAO
christopher.matthews@fao.org
(+39) 06.570.53762

Per maggiori informazioni:

Christopher Matthews
Ufficio Stampa, FAO
christopher.matthews@fao.org
(+39) 06 570 53762

Photo: ©FAO/Roberto Faidutti

Raccolta di ortaggi dalle serre.

invia quest’articolo
FAO aiuta gli agricoltori del Sud del Libano a tornare al lavoro
Da riattivare l’orticoltura e l’allevamento, nei siti contaminati dalle bombe a grappolo
8 agosto 2007 - Un programma di ripresa rapida e riabilitazione promosso dalla FAO per aiutare i piccoli proprietari del Sud del Libano.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS