Formare la generazione #FameZero

Chi fa cosa?

 

Secondo la ricetta Fame Zero, ognuno ha il suo ruolo! Le soluzioni per sconfiggere la fame una volta per tutte sono semplici, ma funzioneranno solo con l’ingrediente speciale: le persone! E anche con le loro azioni – e qui viene il difficile. Per questo motivo la FAO indica la giusta via a governi, aziende private e gente comune attraverso una serie di iniziative che condurranno a un mondo a Fame Zero.

1. Governi e leader politici

1. Governi e leader politici

Ai giovani la politica può sembrare roba da grandi, ma in realtà è un aspetto fondamentale della vita di tutti. I capi di Stato, per esempio, hanno un ruolo chiave nella lotta contro la povertà e la fame. La loro attenzione all’agricoltura, ai cambiamenti climatici, alla creazione di posti di lavoro e a una crescente tutela delle fasce più deboli della società, può fare la differenza nel breve e nel lungo termine.

I governi, per esempio, devono controllare i mercati affinché i prezzi siano equi anche per i piccoli agricoltori. Devono garantire che le grandi aziende rispettino e tutelino i diritti delle popolazioni locali quando acquistano o affittano grandi appezzamenti di terra. Devono inoltre promuovere sane abitudini alimentari, investire di più nella ricerca e concentrarsi sullo sviluppo delle aree rurali. Queste sono solo alcune delle cose che è possibile fare per migliorare la vita delle persone.

La buona leadership fa la differenza: per questo la FAO crede che supportare ed essere supportati dai governi sia fondamentale per sviluppare strategie globali contro la fame.

2. Piccoli agricoltori

2. Piccoli agricoltori

Circa il 90% delle aziende agricole del mondo è a conduzione familiare. Questo significa che dietro ogni fattoria ci sono una madre, un padre e a volte altri parenti che lavorano insieme per produrre alimenti per l’intera famiglia e per la comunità in cui vivono. Queste aziende agricole hanno un ruolo notevole nella missione per raggiungere l’obiettivo Fame Zero, e ne devono essere consapevoli! La FAO li invita a unirsi in cooperative per avere più potere, migliorare l’accesso alle risorse e massimizzare i profitti. Insieme possono adattarsi ai cambiamenti climatici e sviluppare strategie comuni per le coltivazioni sostenibili, nonché imparare come affrontare i disastri naturali e riprendersi rapidamente dalle loro conseguenze.

Per finire, i piccoli agricoltori devono preservare le risorse naturali della Terra come il suolo e l’acqua, e migliorare le tecniche di raccolto, conservazione, confezionamento e trasporto degli alimenti per eliminare gli sprechi. Non ci rivolgiamo solo ai coltivatori di campi, ma anche alle comunità di persone che vivono di caccia, pesca e allevamenti di bestiame. La FAO impiega tempo e risorse per sviluppare l’incredibile potenziale dei piccoli agricoltori, concentrandosi in particolar modo sulla conoscenza, l’istruzione e la tecnologia.

3. Settore privato

3. Settore privato

Uno dei principali ingredienti nella lotta contro la fame è l’innovazione, che non potrebbe esistere senza il supporto del “settore privato”. Ma cos’è, esattamente? È composto da aziende e imprese di ogni dimensione che lavorano non solo nel settore agricolo ma anche nei servizi correlati come le assicurazioni, il marketing, le comunicazioni e la finanza. Le aziende del settore finanziario lavorano con la FAO affinché i piccoli agricoltori più bisognosi possano avere accesso a finanziamenti per migliorare le loro attività e guadagnare di più. I supermercati possono partecipare all’iniziativa SAVE FOOD della FAO e far parte di una rete mondiale di rivenditori alimentari che si propongono di ridurre gli sprechi e gli scarti nei loro negozi, invitando anche i propri clienti a unirsi al progetto.

Le multinazionali possono lavorare con la FAO per sfruttare grandi appezzamenti di terreno in modo responsabile, rispettando l’ambiente e assicurandosi che gli abitanti del luogo non siano costretti ad abbandonare i propri campi, posti di lavoro o abitazioni. Le compagnie di telecomunicazioni sono indispensabili per la FAO: possono sviluppare nuove App che consentano agli agricoltori di accedere a informazioni per sfruttare le risorse naturali con maggiore attenzione, nonché tenersi pronti ad affrontare eventi meteorologici estremi legati ai cambiamenti climatici. Giornali, riviste e altri organi di stampa dovrebbero far squadra con la FAO per condividere più informazioni possibili su argomenti come la fame, la nutrizione e altri problemi relativi all’alimentazione.

Tutti gli imprenditori del mondo possono unirsi alla FAO nella lotta contro la fame, per esempio adottando progetti di sviluppo sostenibile e partecipando alla discussione internazionale sull’argomento. Come abbiamo visto, la fame è un problema che ci riguarda tutti!

4. Giovani di tutto il mundo

4. Giovani di tutto il mundo

Non dimenticate che la FAO crede nel potere delle nuove generazioni, di ogni Paese e di qualsiasi estrazione sociale. Come già detto, i giovani sono gli adulti del domani ed erediteranno la Terra. I bambini, rappresentati in questa immagine, hanno già deciso cosa fare e stanno prendendo il volo!