Formazione per gli orfani dell’ HIV/AIDS nell’Africa Sub-Sahariana
 

Roma, 9 maggio 2005.

Come scrive la FAO, gli orfani dell’AIDS in Africa sono stati sostenuti nel miglioramento delle loro, spesso, disperate condizioni di vita attraverso tecniche di apprendimento sull’agricoltura in scuole apposite.

Fino ad ora, la FAO ha messo a punto 34 Junior Farmer Field and Life Schools (Scuole di campo per ragazzi e scuole di vita) per bambini orfani in Kenya, Mozambico, Namibia e Zambia, coinvolgendo un totale di circa 1000 giovani. Molti di questi bambini non possono dedicarsi all’agricoltura, poiché, i propri genitori non gli hanno trasmesso le conoscenze agricole necessarie prima di contrarre l’AIDS.

La crisi dell’AIDS

Dei circa 34 milioni di orfani nell’Africa Subsahariana, più di 11 milioni hanno perso i propri genitori a causa dell’AIDS. Dal 2010, si stima che fino a 20 milioni di bambini possono perdere uno o entrambi i genitori a causa di questa malattia. I ragazzi che sono rimasti orfani a causa dell’AIDS e che vivono nelle aree rurali, sono particolarmente esposti a malnutrizione, malattie, sfruttamento e abuso sessuale. La minaccia dell’abuso sessuale è particolarmente presente per coloro che sono costretti a far fronte, da soli, alla povertà e a guadagnare denaro per aiutare la famiglia. Dopo la morte dei genitori, il bambino spesso diventa capofamiglia e deve trovare il modo di generare guadagni, un compito difficile in aree rurali con poche opportunità lavorative, servizi e scarse infrastrutture.

Imparare con la pratica

FAO lavora in collaborazione con il Programma Alimentare Mondiale (PAM), alter agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni non governative ed istituzioni locali, per rendere accessibili Scuole di campo per ragazzi e Scuole di vita per bambini e giovani, in risposta al numero crescente di orfani a causa dell’AIDS.

Le scuole hanno lo scopo di diffondere conoscenze agricole, abilità commerciali e per la vita per orfani e ragazzi più vulnerabili tra i 12 ed i 18 anni. Le conoscenze e le abilità acquisite dalle giovani e dai giovani, potrebbero aiutarli a sviluppare valori positivi relativi alle uguaglianze di genere e ai diritti umani. Le scuole si occupano sia di agricoltura tradizionale che moderna. I bambini apprendono sulla preparazione, la semina, il trapianto, la sarchiatura, l’irrigazione, la disinfestazione, l’utilizzo e la conservazione delle risorse disponibili, l’uso e la trasformazione, le colture alimentari, la raccolta, l’immagazzinamento ed il commercio. Le scuole di campo inoltre, aiutano, a recuperare e sostenere le conoscenze tradizionali per ciò che concerne raccolti, piante medicinali e la biodiversità indigene. Tra l’altro, le scuole si occupano di argomenti come la presa di coscienza e la prevenzione dell’ HIV/AIDS, la sensibilità al genere, la protezione dei bambini e la salute sessuale offrendo anche un supporto psicologico e sociale, educazione alla nutrizione e le abilità imprenditoriali. Le scuole mettono a disposizione uno spazio sociale sicuro per gli studenti, al fine di creare autostima e fiducia in se stessi.

"The objective of the schools is to empower the orphans through knowledge and self-esteem and to give them essential elements for their long-term food security. These training courses are an important starting point to get AIDS orphans out of hunger and poverty. They offer survival strategies in often very difficult environments," (L’obiettivo delle scuole è rafforzare la posizione degli orfani attraverso conoscenze e stima in se stessi, dando loro gli elementi essenziali per una sicurezza alimentare duratura. Questi corsi di formazione sono dei punti di partenza importanti per tirar fuori gli orfani dall’AIDS dalla fame e dalla povertà) ha detto Marcela Villarreal, Direttrice della Divisione di genere e popolazione della FAO.

Mozambico

Il Mozambico è il cuore del progetto con un totale di 28 Scuole di campo per ragazzi e scuole di vita, che oggi esistono nelle province centrali. Dalla loro fondazione, circa 120 orfani hanno terminato con profitto il proprio percorso di formazione ed ulteriori 840 studenti stanno imparando a lavorare la terra con lezioni pratiche sulle tecniche agricole, di nutrizione e relative a piante medicinali.

Le lezioni di danza e canto aiutano i bambini ad aumentare la propria fiducia ed a sviluppare le abilità sociali. Il teatro e le discussioni di gruppo, vengono utilizzati per affrontare argomenti che potrebbero potenzialmente salvare la vita, come la prevenzione dell’HIV/AIDS e della malaria, la equità di genere ed i diritti dei bambini.

Il programma è finanziato da Finlandia, Norvegia, FAO e PAM.

Il B-roll delle scuole di campo per ragazze e scuole di vita in Mozambico è disponibile a mandare in onda giornalisti qualora richiesto.

Contattare multimedia@fao.org, tel: (+39) 06 570 55980

Documenti: