FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

20-22 marzo 2009: Week-end calcistico contro la fame

La FAO e le Leghe Europee di calcio professionistico si uniscono

Photo: ©FAO/Alessandra Benedetti.
Lancio della campagna Il calcio contro la fame alla Sede della FAO, a Roma
11 marzo 2009, Roma - Oltre 200 squadre di calcio, 100 stadi e milioni di appassionati di calcio saranno coinvolti nel primo week-end calcistico mai organizzato a livello europeo, che si terrà dal 20 al 22 marzo. Con lo scopo di sollevare l'attenzione sulla necessità urgente di combattere fame e povertà, aggravate dall'attuale crisi economica, i fondi raccolti durante il week-end contribuiranno a finanziare micro-progetti contro la fame in tutto il mondo.


L'iniziativa fa parte della campagna Il Calcio Professionistico Contro la Fame, lanciata il 15 ottobre 2008 dalla FAO e dall'Associazione delle Leghe Europee di Calcio Professionista (EPFL) in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione tenutasi al quartier generale della FAO a Roma.

L'Associazione delle Leghe Europee di Calcio Professionista (EPFL) raccoglie 29 Leghe Europee Associate, che rappresentano più di 900 club professionisti a livello europeo. 

Sempre più persone soffrono la fame

La campagna Il Calcio Professionistico Contro la Fame intende sensibilizzare l'opinione pubblica sulle condizioni drammatiche in cui versano 963 milioni di persone che soffrono la fame e la malnutrizione e che non hanno accesso adeguato al cibo.

I fondi raccolti dalla campagna serviranno a finanziare i micro-progetti TeleFood della FAO, intesi a fornire soluzioni immediate e durature per le famiglie e le comunità povere, mettendole in condizioni di produrre autosufficientemente il cibo.

A inizio anno, una delegazione di alto livello di manager delle Leghe Europee di Calcio Professionista e di calciatori provenienti da Italia, Germania, Spagna e Portogallo, ha visitato i micro-progetti attivi in Egitto, come parte dei preparativi per la partnership FAO-EPFL per la campagna Il Calcio Professionistico Contro la Fame.

I micro-progetti, finanziati fino a un massimo di € 7000, sono indirizzati a provvedere risorse tangibili quali attrezzature per la pesca, sementi e strumenti agricoli. I progetti variano dal sostegno all'allevamento familiare di maiali in Venezuela, alla creazione di giardini scolastici a Capo Verde e in Mauritania, a programmi di fornitura di pasti scolastici e d'insegnamento all'autosufficienza alimentare ai bambini in Uganda, all'insegnamento di tecniche di acquacultura in una comunità di lebbrosi in India.

Il week-end del Calcio Professionista contro la Fame comprenderà, tra le altre, partite tra squadre della Lega Calcio e Lega Pro italiane, della Bundesliga tedesca, della Premier League inglese, della Lega Calcio spagnola, della Lega Calcio portoghese, della Lega Calcio olandese, della Premier League scozzese, della Lega Calcio bulgara e della Premier League gallese.

In Portogallo la Coppa Finale Carlsberg 2009 è tra le maggiori iniziative a supporto della campagna FAO/EPFL.