FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

La FAO lancia un'applicazione mobile per sostenere la lotta in Africa contro il pericoloso parassita lafigma

L'applicazione è vitale per un rilevamento precoce del parassita e per aiutare gli agricoltori a rispondere nel modo più adeguato

Roma, 13 marzo 2018 - La FAO ha lanciato un'applicazione mobile per consentire agli agricoltori, ai lavoratori agricoli e a tutti coloro che sono in prima linea nella lotta in Africa contro il parassita lafigma (Fall Armiworm FAW in inglese), per identificare e segnalare il livello d'infestazione di questo devastante insetto e la mappa della sua diffusione, e identificare le misure che si sono dimostrate più efficaci nella sua gestione.

L'applicazione per dispositivi mobili Monitoraggio e Sistema d'allarme precoce della lafigma (FAMEWS) fornirà preziose informazioni su come il parassita cambia nel tempo e nello spazio per migliorare la conoscenza del suo comportamento in Africa - in un nuovo contesto - e guidare la migliore risposta.

Il parassita ha già infettato milioni di ettari di mais in Africa - alimento base in tutto il continente - minacciando la sicurezza alimentare di oltre 300 milioni di persone, principalmente agricoltori di piccole dimensioni che già lottano per sbarcare il lunario e avere cibo a sufficienza per proprie famiglie. All'inizio del 2018, solo 10 stati (per lo più nel nord del continente) su 54 stati e territori africani non hanno riportato infestazioni da parte del parassita che si sta diffondendo rapidamente distruggendo i raccolti.

"L'applicazione ci aiuterà a costruire la nostra conoscenza collettiva del parassita in Africa, e collegherà tutti i punti - da come e dove si diffonde il FAW a ciò che lo rende più debole e meno dannoso", ha detto Keith Cressman, Esperto Senior della FAO, che ha guidato lo sviluppo dell'applicazione.

"L'applicazione è utile su due fronti: per gli agricoltori e i lavoratori agricoli nella gestione diretta delle loro colture per prevenire ulteriori infestazioni e ridurne il danno; e per tutti coloro che sono  coinvolti nella gestione del parassita, fornendo analisi fondamentali sui suoi rischi, la sua diffusione e la sua gestione", ha affermato Cressman.

Aiutare agli agricoltori ad intervenire

Quando gli agricoltori e i lavoratori controllano le colture per vedere se ci sono invasioni di FAW e caricano i dati richiesti, l'applicazione calcola i livelli d'infestazione in modo che gli agricoltori possano intraprendere azioni immediate per gestire la situazione.

I dati sono convalidati da punti focali nazionali e trasferiti su una piattaforma web globale. Vengono quindi analizzati per fornire una panoramica della situazione in tempo reale con le mappe delle infestazioni di FAW e le misure che sono state più efficaci nel ridurne l'impatto.

Inizialmente implementata in Madagascar e Zambia, l'applicazione viene ora lanciata in tutti i paesi dell'Africa sub-sahariana colpiti da questo parassita invasivo attraverso le Scuole sul campo per Agricoltori sostenute dalla FAO e da altri forum delle comunità locali che guidano la battaglia contro l'insetto.

Gli aggiornamenti dell'applicazione nei prossimi mesi forniranno funzionalità aggiuntive, come un sistema di consulenza offline che fornirà una guida immediata all'utente in base ai dati raccolti e uno strumento diagnostico che utilizza la fotocamera del telefono cellulare per determinare i livelli di danneggiamento alle coltura di mais.

"L'applicazione è parte integrante del programma della FAO in Africa per la lotta a questo parassita", ha affermato Cressman. "Sostiene tutte le fasi della sua gestione, dal preallarme e monitoraggio fino alla risposta e alla valutazione del rischio".

Photo: ©FAO/Edward Ogolla
Una lafigma mentre sgranocchia una foglia di mais in Zimbabwe.

Share this page