FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Combattere ogni forma di malnutrizione e promuovere l’innovazione in agricoltura sono le priorità della FAO nel prossimo biennio

Il Direttore Generale José Graziano da Silva apre i lavori del Consiglio della FAO

8 aprile 2019, Roma - Aprendo i lavori del Consiglio della FAO, l'organo esecutivo di governo dell'Organizzazione, il Direttore Generale José Graziano da Silva ha sottolineato che aree le prioritarie di lavoro nel prossimo biennio saranno la promozione di sistemi alimentari attenti alla nutrizione e l'innovazione in agricoltura.

"Non possiamo più concentrarci unicamente ad affrontare la fame" ha sottolineato Graziano da Silva. "L'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile numero due fa riferimento all'eliminazione di ogni forma di malnutrizione, e i livelli di sovrappeso e obesità continuano a crescere in tutto il mondo".

"Mentre la fame è circoscritta ad alcune aree, l'obesità è ovunque. Tanto che stiamo assistendo alla globalizzazione dell'obesità" ha affermato Il Direttore Generale della FAO.

Ha poi posto l'attenzione sui prossimi avvenimenti in agenda: una conferenza sulla salubrità alimentare a Ginevra il mese prossimo - organizzata dalla FAO, dall'OMS e dal WTO; il lancio della Decade delle Nazioni Unite per l'Agricoltura Familiare - che verrà indetta a fine maggio presso la FAO; due seminari su diete sane e innovazione in agricoltura e la riunione dei firmatari dell'accordo sulle Misure dello Stato di Approdo (PSMA) a giugno.

Il PSMA è il primo strumento internazionale legalmente vincolante che affronta il tema della pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (IUU).

Graziano da Silva ha poi ricordato i successi dell'Organizzazione negli ultimi anni per quanto riguarda la riduzione dei costi e nel rendere la FAO più efficiente, efficace e orientata ai risultati, oltre alla migliorata capacità di attrarre contributi volontari.

Il Direttore Generale ha poi sottolineato l'impegno della FAO nella costruzione di partnership, con nuovi accordi di collaborazione che sono passati dai 20 nel 2012 (con un contributo di 28 milioni di dollari), agli oltre 100 di oggi - con contributi di oltre 200 milioni di dollari.

Il coinvolgimento della FAO in programmi congiunti e in piattaforme inter-agenzia con altre agenzie dell'ONU è anche raddoppiato rispetto al 2012. Questo ha portato ad un aumento dei contributi finanziari dal Sistema ONU del 100%, per un valore di 800 milioni di dollari.

Anche in agenda

I lavori del Consiglio continueranno tutta la settimana, e in aggiunta all'agenda principale, si terranno una serie di eventi secondari incentrati su temi come: prospettive della biodiversità per l'alimentazione e l'agricoltura, incluso la presentazione del primo rapporto sullo Stato della Biodiversità per l'Alimentazione e l'Agricoltura; la resistenza antimicrobica (AMR) nel contesto dell'approccio "One Health".

I candidati per la posizione di Direttore Generale della FAO: Ramesh Chand (India), Davit Kirvalidze (Georgia), Qu Dongyu (Cina), Catherine Geslain-Lanéelle (Francia) - in ordine di intervento - si rivolgeranno oggi al Consiglio.

Photo: ©FAO/Alessandra Benedetti
“Non possiamo più concentrarci unicamente ad affrontare la fame” ha sottolineato il Direttore Generale José Graziano da Silva aprendo i lavori del Consiglio della FAO.

Share this page