I ministri dell'Agricoltura riuniti a Berlino accolgono con favore il progetto della FAO per un Consiglio Internazionale Digitale per l'Alimentazione e l'Agricoltura

Il Direttore Generale della FAO plaude all'accordo per la creazione dell'organismo internazionale per la promozione delle tecnologie digitali per l'agricoltura sostenibile e la sicurezza alimentare

18 gennaio 2020, Berlino - Il Forum Mondiale per l'Alimentazione e l'Agricoltura (GFFA) si è concluso oggi con i ministri dell'agricoltura di 71 paesi, che hanno ringraziato la FAO e le altre organizzazioni internazionali per aver sviluppato un programma per l'istituzione di un Consiglio digitale internazionale per l'alimentazione e l'agricoltura, come richiesto nel comunicato finale del GFFA del 2019. Hanno accolto favorevolmente gli sforzi della FAO in merito a tale programma, invitando i suoi organi direttivi a sostenere la sua istituzione.
I ministri hanno presentato un comunicato finale ricco di impegni per far sì che il commercio contribuisca alla sicurezza alimentare globale e aiuti i piccoli agricoltori ad accedere a catene del valore più ampie.

Per andare verso un mondo più pacifico e più prospero, dobbiamo creare sistemi in cui il cibo sia "accessibile, economico e salubre", ha detto il Direttore Generale della FAO QU Dongyu. È essenziale che i decisori politici stabiliscano dei buoni macro-quadri di riferimento, in modo che la società civile e il settore privato possano contribuire a obiettivi condivisi come la sconfitta della povertà e della fame, ha aggiunto.

Qu è intervenuto nel corso di una conferenza stampa con Julia Klöckner, Ministro Federale dell'Alimentazione e dell'Agricoltura, tenutasi al termine di una riunione ministeriale alla quale hanno partecipato più di 70 rappresentanti di alto livello dei ministeri dell'agricoltura e delle organizzazioni internazionali.

Anche Alan Wolff, Vicedirettore Generale dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), e Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo per l'Agricoltura, hanno partecipato alla conferenza stampa dopo la sessione del mattino, durante la quale le discussioni si sono concentrate sulle questioni relative al commercio alimentare.

Consiglio digitale

Il Consiglio Digitale Internazionale per l'Alimentazione e l'Agricoltura è stato proposto da 74 ministri dell'agricoltura nel corso del GFFA 2019, che hanno incaricato la FAO di progettare un organismo in grado di rafforzare la cooperazione internazionale, creare sinergie ed evitare duplicazioni nel frenetico mondo della digitalizzazione.

Il Consiglio fornirà raccomandazioni politiche strutturate e strategiche sulla digitalizzazione dell'alimentazione e dell'agricoltura, organizzerà gli sforzi per condividere le migliori pratiche e promuoverà l'interazione tra i Paesi e le altre parti interessate.

Il Consiglio contribuirà a creare un consenso sulle norme e, in ultima analisi, a ridurre i costi, ad aumentare l'efficienza e a contribuire a ridurre i divari digitali nel mondo, ha detto il Direttore Generale.

Le tecnologie digitali in agricoltura riguardano una vasta gamma di attività, dalla sicurezza alimentare alla finanza commerciale, al credito, alle ispezioni doganali e alla sensibilizzazione dei consumatori. Applicazioni come i libri contabili distribuiti o "blockchain" possono dare notevoli contributi alla tracciabilità e alla sicurezza in catene del valore complesse. La FAO è ricorsa a una "blockchain" per il suo programma di certificazione ePhyto per la salute delle piante e degli animali, che è stato adottato da numerosi paesi dell'Africa subsahariana.

Comunicato

Il comunicato, che si è concluso con tre giorni di dibattiti, tavole rotonde e sessioni tematiche di alto livello, è stato incentrato sul sostegno alle politiche a favore di sistemi alimentari sostenibili, dal momento che la popolazione mondiale crescerà fino a circa 10 miliardi di persone nel 2050.

È stato consegnato dai ministri al Direttore Generale della FAO, al Vicedirettore Generale dell'Organizzazione Mondiale del Commercio e al Ministro dell'Agricoltura del Kazakistan, che a giugno ospiterà la prossima conferenza ministeriale dell'OMC a Nur-Sultan.

Promuovere il commercio per la sicurezza alimentare è un obiettivo primario, vista la crescente integrazione globale delle catene del valore alimentare. I ministri hanno convenuto che la salvaguardia delle forniture alimentari ai Paesi e alle regioni con deficit strutturali diventerà più rilevante in futuro a causa degli effetti del cambiamento climatico.

Affinché i benefici del commercio possano essere sfruttati per lo sviluppo agricolo, i ministri si sono anche impegnati ad aiutare gli agricoltori a diventare più efficienti e resilienti alle crisi, sostenendo la diversificazione, fornendo strumenti di gestione del rischio e investendo in infrastrutture, istruzione e servizi di divulgazione. 

Facendo eco alle idee promosse in precedenza nel forum dal Direttore Generale Qu, il comunicato afferma che le politiche commerciali dovrebbero essere parte di una strategia integrata più ampia, che comprenda obiettivi ambientali e che includa una serie di politiche interne.

I ministri hanno sottolineato il valore dell'Agricultural Market Information System (AMIS), che la FAO gestisce a Roma, e hanno sottolineato la necessità di integrare i piccoli agricoltori nei mercati attraverso misure come l'incentivazione delle cooperative e la promozione di finanziamenti su piccola scala. 

Photo: ©FAO/Axel Schmidt
Partecipanti alla riunione ministeriale sull'agricoltura a Berlino.