Il Fondo Verde per il Clima approva un progetto di 119 milioni di dollari per la resilienza climatica a Cuba

Il progetto beneficerà 240.000 persone in comunità rurali vulnerabili e verrà implementato dal Ministero dell'Agricoltura e dalla FAO

12 marzo 2020, L'Avana/Roma - Oggi il Consiglio direttivo del Fondo Verde per il Clima (GCF) ha approvato il finanziamento di 119 milioni di dollari per un progetto realizzato in collaborazione con la FAO per aumentare la resilienza al cambiamento climatico delle comunità rurali vulnerabili di Cuba.

Il Fondo Verde per il Clima (GCF) stanzierà 38,2 milioni di dollari, mentre il governo di Cuba cofinanzierà il programma, rivolto a 240.000 persone, con 81,7 milioni di dollari. Il programma è stato annunciato oggi dal Consiglio direttivo del Fondo a Ginevra, ed è il primo a essere appoggiato dal Fondo Verde per il Clima a Cuba.

Il programma, della durata di sette anni, mira a mitigare circa 2,7 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra lavorando con 52.000 agricoltori familiari - di cui quasi la metà donne - e introducendo pratiche di agrosilvicoltura su 35.000 ettari di terra.

Il programma denominato "Aumento della resilienza al clima delle famiglie e delle comunità rurali attraverso il risanamento di paesaggi agroforestali produttivi in determinate località della Repubblica di Cuba (IRES-Cuba)" è stato realizzato dal Ministero dell'Agricoltura cubano in collaborazione con la FAO e coordinato con le popolazioni locali, la società civile e altre parti interessate.

Il programma IRES, che ha come obiettivo la sicurezza alimentare e nutrizionale, nonché modalità per aumentare la resilienza e la stabilità dei sistemi di produzione alimentare locali, l'occupazione e l'accesso all'acqua, verrà implementato in sette comuni ritenuti più vulnerabili agli effetti del cambiamento climatico. 

"Il programma IRES ripristinerà i paesaggi produttivi per preservare i servizi ecosistemici attraverso l'uso di metodi innovativi e incentivi finanziari", ha detto Maury Hechavarría Bermúdez, Viceministro dell'Agricoltura di Cuba. Rappresenta un'importante iniziativa del programma di Cuba per far fronte al cambiamento climatico, denominato Tarea Vida (Compito della vita).

"Il programma è stato concepito per incentivare lo sviluppo di sistemi alimentari inclusivi, sostenibili e resilienti, rafforzare la tutela delle risorse naturali, aiutare il settore agricolo ad adattarsi al cambiamento climatico e migliorare la resilienza dei mezzi di sussistenza locali nella gestione dei rischi", ha detto Marcelo Resende, Rappresentante della FAO a Cuba.

Contribuire alla sostenibilità e alla resilienza

Nuovi approcci nei sistemi agroforestali e silvopastorali saranno introdotti su oltre 35.000 ettari in modo da migliorare l'infiltrazione e la ritenzione idrica nei terreni, contrastando l'erosione e consentendo una maggiore produttività e sostenibilità negli ecosistemi agricoli locali.

Il governo di Cuba e la FAO lavoreranno con i piccoli agricoltori per convertire i loro metodi tradizionali di agricoltura intensiva in tecniche di produzione più resilienti al cambiamento climatico. Questa esperienza servirà come progetto pilota, che in seguito potrà essere esteso a tutto il paese. Il processo offrirà inoltre un modo per fornire assistenza nello sviluppo delle capacità tecniche per la realizzazione di nuovi incentivi governativi che favoriscano sforzi più ampi per l'adattamento al cambiamento climatico. 

"Il programma è particolarmente apprezzato perché è la prima iniziativa di questo tipo in un piccolo Stato insulare in via di sviluppo, per il quale il cambiamento climatico rappresenta una notevole sfida sul lungo termine", ha detto Maria Helena Semedo, Vicedirettore Generale della FAO per il clima e le risorse naturali.

La FAO e il Fondo Verde per il Clima (GCF)

L'IRES è la quarta iniziativa realizzata dalla FAO nella regione dell'America Latina e dei Caraibi ad aver ottenuto l'approvazione del Fondo Verde per il Clima.

PROEZA in Paraguay ha stanziato 90 milioni di dollari a favore di 17.000 famiglie. RECLIMA è un'iniziativa di El Salvador da 127 milioni di dollari che mira ad aiutare 225.000 persone. Un programma cileno da 63,3 milioni di dollari mira ad aggiungere 25.000 ettari di copertura forestale in sei regioni del paese.

Compresi i programmi in corso in Kirghizistan, Nepal e Pakistan, la FAO è ora alla guida di programmi approvati dal Fondo Verde per il Clima con 426,6 milioni di dollari, di cui circa la metà stanziati direttamente dal Fondo. La FAO sta inoltre collaborando a stretto contatto con gli Stati Membri in tutto il mondo per rafforzare la loro capacità istituzionale e sviluppare programmi da sottoporre all'approvazione del Fondo.

Photo: ©FAO
Contadini al lavoro a Cuba.