FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Expo 2015 può dare nuovo impeto agli sforzi per eliminare la fame – Direttore Generale FAO

Dalla "Carta di Milano" un aiuto a spostare il dibattito globale sul ruolo centrale di fame e malnutrizione nello sviluppo sostenibile

7 febbraio 2015, Milano - Con il suo tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" l'Expo universale offre l'opportunità di richiamare l'opinione pubblica sull'urgenza di mettere l'eliminazione della fame e la nutrizione al centro dell'agenda globale per lo sviluppo , ha detto il Direttore Generale della FAO José Graziano da Silva ai leader riuniti oggi a Milano.

Nel suo intervento all'evento di alto livello organizzato dal governo italiano in preparazione di EXPO 2015, che si apre il primo maggio, il Direttore Generale ha dichiarato: "Alla FAO, noi siamo impegnati ad assicurare diritto al cibo e sicurezza alimentare per tutti. E' la nostra bandiera, e dovrebbe essere anche la bandiera di Expo 2015".

Congratulandosi con l'Italia per il ruolo di leadership nell'organizzare Expo 2015 - che attirerà milioni di persone da ogni parte del mondo - Graziano da Silva ha detto: "Expo è una esposizione universale. Dobbiamo discutere problemi globali. E dobbiamo cominciare dal diritto al cibo".

"Siamo orgogliosi di partecipare alle discussioni di oggi", ha proseguito. "E' importante che si sia un dialogo aperto fra tutti i settori della società, come quello che stiamo avendo oggi".

"Idee per EXPO 2015" ha riunito oggi circa 500 esperti e leader da tutto il mondo ed è la prima tappa di un processo consultivo guidato dall'Italia che porterà alla Carta di Milano. Il documento conterrà dichiarazioni di principio e piani d'azione per far sì che lo sviluppo sostenibile e i sistemi alimentari  siano il motore dello sviluppo umano.

"La Carta offre al mondo un'opportunità per partecipare al dibattito globale sulla futura agenda per lo sviluppo, ed in particolare sul ruolo chiave dei sistemi agricoli sostenibili ", ha affermato il Direttore Generale della FAO.

All'evento hanno partecipato anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e l'ex Presidente del Brasile Lula da Silva (in teleconferenza) e altri ospiti di alto livello. Papa Francesco ha inviato un video messaggio.

I partecipanti hanno anche ascoltato un video messaggio di Papa Francesco. Ricordando il suo intervento di alla FAO durante la Seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione di novembre, il Pontefice ha detto che il mondo di oggi è segnato dal "paradosso dell'abbondanza". Un mondo che produce cibo a sufficienza per tutti, ma dove non tutti possono mangiare.

Una nuova era per lo sviluppo

Il 2015 è un anno fondamentale per l'agenda dello sviluppo, con la fine del ciclo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e la definizione dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile da parte della comunità internazionale, ha dichiarato Da Silva.

Secondo le ultime stime FAO, oltre 60 paesi in via di sviluppo che ad oggi hanno già  raggiunto l'Obiettivo 1, ossia dimezzare il numero di affamati.

Eppure 805 milioni di persone oggi soffrono ancora la fame, e 165 milioni sono. Allo stesso tempo oltre due miliardi di persone soffrono di mancanza di micronutrienti, o fame nascosta.

"Dobbiamo passare a sistemi agricoli autenticamente sostenibili. Non possiamo andare avanti come sempre. E' necessario un cambiamento reale per fare di più ed avanzare nella direzione della sostenibilità, della sicurezza alimentare e della nutrizione per tutti," ha affermato Da Silva.

Il Direttore Generale della FAO ha anche ricordato la necessità di ridurre le perdite e gli sprechi alimentari che colpiscono oggi un terzo di tutto il cibo che viene prodotto.

Un dialogo globale sul cibo

La FAO coordina la partecipazione dell'intero sistema delle Nazioni Unite all'Esposizione Universale, in stretta collaborazione con il governo italiano.

Ad Expo, l'itinerario dell'ONU offrirà a milioni di visitatori l'opportunità di approfondire i temi della sicurezza alimentare, della nutrizione, della sostenibilità, della lotta alla povertà, dello sviluppo, della cooperazione e del lavoro delle Nazioni Unite per un mondo libero dalla fame. 

Photo: ©FAO/Alessandra Benedetti
Il Direttore Generale della FAO José Graziano da Silva interviene a "Expo delle idee" a Milano.

Share this page