FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

La Commissione dell’Unione Africana, il Ministero Thailandese e la Società National Geographic premiati dalla FAO

I premi onorano i contributi alla sicurezza alimentare globale, alla nutrizione e all’agricoltura sostenibile

30 Novembre 2015, Roma - La Commissione dell'Unione Africana (AUC), il Ministero Tailandese per l'Agricoltura e le Cooperative, la Società National Geographic e il Forum Mondiale Rurale non-profit hanno ricevuto oggi un premio per i loro straordinari sforzi nel raggiungimento dell'obiettivo Fame Zero, per una migliore alimentazione e per la sensibilizzazione sullesfide che affrontano oggi i sistemi alimentari mondiali.

La cerimonia di premiazione, che si è tenuta presso la sede centrale  della FAO in apertura del Consiglio Direttivo dell'Organizzazione, è l'ultimo di una serie di eventi organizzati durante l'anno per celebrare il 70esimo anniversario della fondazione dell'agenzia ONU.

L'ex Direttore Generale Jacques Diouf ha partecipato alla cerimonia e ha consegnato il premio intitolato a suo nome ad Erasto Mwancha, Vice-Presidente della Commissione dell'Unione Africana (AUC). Il premio riconosce gli sforzi sostenuti dall'AUC nel promuovere un'agricoltura sostenibile, la sicurezza alimentare e la nutrizione attraverso il suo Programma Comprensivo di Sviluppo dell'Agricoltura in Africa (CAADP). Il CAADP ha aiutato a preparare il terreno per l'assunzione dell'impegno, al  23esimo Vertice dell'Unione Africana a Malabo, di eradicare la fame in Africa entro il 2025.

L'AUC divide il premio con il Forum Mondiale Rurale, un network globale di organizzazioni e ricercatori del settore agricolo, che lavora per promuovere il dialogo tra le comunità rurali e la sua advocacy politica a nome dei piccoli agricoltori a scala familiare. 

Il Direttore Generale della FAO José Graziano da Silva si è congratulato con i vincitori in un messaggio video, con queste parole: "La nostra missione è ora quella di aiutare i paesi a raggiungere l'Obiettivo di Sviluppo del Millennio, e a preparare un evento ancor più grande nel 2030 per celebrare l'eradicazione della fame e della povertà estrema. Abbiamo le condizioni per farlo. Facciamo in modo di essere la prima generazione libera dalla fame. Lavoriamo insieme per renderla una realtà."

La cerimonia di premiazione ha visto anche una speciale performance musicale della nota Orchestra di Piazza Vittorio insieme a una giovane band multi-etnica, l'Orchestra di Tor Pignattara.

 La Società National Geographic riceve il premio giornalistico

La Società National Geographic ha ricevuto il Premio FAO A.H. Boerma per il Giornalismo - conferito a quei giornalisti che hanno portato i temi della sicurezza alimentare e dello sviluppo rurale all'attenzione della società - per la sua pionieristica serie, Il Futuro del Cibo, un'esplorazione approfondita dei diversi sistemi alimentari del pianeta e delle diverse possibilità per nutrire la popolazione globale in modo sostenibile.

Il Ministero dell'Agricoltura e delle Cooperative Thailandese (MOAC) è stato nominato vincitore del Premio Edouard Saouma 2014-15 per aver promosso la collaborazione regionale nella sub-regione del Grande Mekong per aver combattuto un terribile parassita delle coltivazioni, la Cassava Mealybug. Il premio è rivolto ad istituzioni che hanno saputo attuare con particolare efficienza un progetto finanziato dal Programma di Cooperazione Tecnica della FAO (TCP).

Il Gruppo di Lavoro "Fermiamo la Pesca Illegale (SIF) " in Botswana ha ricevuto il Premio Margarita Lizárraga per il 2013-2014 per aver efficacemente usato la condivisione di conoscenze e le partnership all'applicazionedel Codice di Condotta per una Pesca Responsabile, nonostante le risorse limitate.

Lo staff della FAO premiato per i sui sforzi sul campo

Anche quattro funzionari della FAO hanno ricevuto un riconoscimento per il loro lavoro sul campo nel promuovere l'agricoltura, costruire delle comunità rurali resilienti e migliorare la sicurezza alimentare e la nutrizione. Il premio B.R Sen premia i funzionari FAO per il loro notevole contributo all'avanzamento del paese o dei paesi in cui prestano servizio.

Ciro Fiorillo, Capo dell'Ufficio FAO nella West Bank e nella Striscia di Gaza, e il Cipriota Felix Biaou, Funzionario dell'Ufficio Sub-regionale per l'Africa Centrale in Gabon, erano stati nominati vincitori del Premio B.R. Sen nel 2013. Fiorillo è stato premiato per la sua eccezionale gestione del Programma di Rafforzamento della Politica Nazionale Alimentare in Bangladesh, e Biaou ha ricevuto il premio per il suo incredibile contributo al programma per il settore dell'allevamento in Somalia.

Lalita Bhattacharjee, FAO Bangladesh, è stata premiata per il suo prezioso contributo allo sviluppo di interventi basati sulla nutrizione adottati nel paese, durante il 2014. Divide il premio con Mamaodu DIallo, che è stato premiato per la sua eccezionale leadership come Rappresentante FAO in Angola, che ha permesso all'Organizzazione di fare significativi progressi nella riduzione dell'insicurezza alimentare nel paese.

Photo: ©FAO/Giuseppe Carotenuto
L' Orchestra romana di Piazza Vittorio si esibisce durante la cerimonia dei FAO Awards.

Share this page