FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Rilanciata la piattaforma mondiale per la sicurezza alimentare

I Paesi membri della FAO concordano sulla riforma della Commissione per la Sicurezza alimentare

Photo: ©FAO/Alessandra Benedetti
I Paesi Membri hanno deciso di ampliare e dare nuove prospettive alla Commissione sulla sicurezza alimentare.

Roma, 20 ottobre 2009 – Di fronte all’aumento senza precedenti di fame e povertà, ed in risposta alla richiesta di maggiori coordinamento e coerenza, i membri della Commissione FAO sulla Sicurezza Alimentare hanno deciso di avviare un’ampia riforma della Commissione per farne una onnicomprensiva piattaforma internazionale ed intergovernativa sulla sicurezza alimentare a livello globale, ha reso noto oggi la FAO.

Queste riforme mirano a coordinare meglio l’impegno globale per l’eliminazione della fame e assicurare la sicurezza alimentare a tutti, sostenendo programmi ed iniziative anti-fame a livello nazionale; dando ascolto a tutte le voci presenti nel dibattito sulle politiche alimentari ed agricole; rafforzando i collegamenti con le realtà regionali, nazionali e locali; basando le decisioni su prove scientifiche e sulle conoscenze più avanzate.

Partecipazione più ampia

La nuova Commissione sarà più inclusiva.  Oltre ai Paesi Membri della FAO, la partecipazione sarà estesa a molte organizzazioni che lavorano sul terreno della sicurezza alimentare e della nutrizione, agenzie ONU quali il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), il Programma Alimentare Mondiale (PAM), l’Equipe di esperti del Segretario Generale dell’ONU sulla Crisi della sicurezza alimentare mondiale ed altri organismi ONU.

La Commissione includerà anche organizzazioni della società civile e non governative, in particolare organizzazioni di piccoli contadini, di pescatori, di pastori, di poveri delle aree urbane, di braccianti, di donne, di giovani, di consumatori e delle popolazioni indigene.

La partecipazione sarà anche estesa a istituzioni internazionali di ricerca, alla Banca Mondiale, al Fondo Internazionale Mondiale, alle banche regionali per lo sviluppo e all’Organizzazione Mondiale del Commercio, oltre che al settore privato ed a fondazioni filantropiche.

Un’altra importante caratteristica della nuova commissione è che opererà con la consulenza permanente di un gruppo di esperti ad alto livello per assicurare un solido supporto scientifico e trovare soluzioni efficaci per porre fine alla fame.

Adeguamento delle politiche

La Commissione fornirà una piattaforma di discussione e coordinamento delle politiche a livello mondiale mediante lo sviluppo di strategie internazionali e linee guida volontarie e basate sulle pratiche migliori e sulle esperienze positive dei paesi che sono riusciti a ridurre il numero dei sottonutriti.

“La riforma della Commissione sulla sicurezza alimentare mostra che la comunità internazionale si è impegnata a prestare maggiore attenzione all’eliminazione di fame e povertà”, ha dichiarato Hefez Ghanem, Vice Direttore Generale della FAO.  “Creare questa importante piattaforma mondiale vuol dire che stiamo costruendo una casa migliore per affrontare la sicurezza alimentare, che includa i governi, le istituzioni internazionali, i ricercatori, la società civile ed il settore privato”.

Il Vertice Mondiale sulla sicurezza alimentare che si terrà a Roma presso la FAO dal 16 al 18 novembre 2009, focalizzerà l’attenzione sull’impegno affinché tutti al mondo abbiamo cibo a sufficienza e discuterà anche di come sostenere la realizzazione di questa riforma.