FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Una pubblicazione per aiutare a promuovere il diritto al cibo

Sei volumi per fornire a governi e società civile le linee guida su come intervenire

Photo: ©FAO/Giulio Napolitano
"Il diritto all'alimentazione non è un'utopia"

Roma, 23 ottobre 2009 – La FAO ha pubblicato un kit di strumenti metodologici sul “Diritto al Cibo”, per fornire ai governi, alle istituzioni, alla società civile e agli altri soggetti coinvolti, una serie di efficaci strumenti da usare per far sì che il diritto ad un’adeguata alimentazione venga garantito come uno dei diritti fondamentali dell’uomo.

La pubblicazione esce in un momento in cui moltissimi paesi stanno tentando di inserire il diritto all’alimentazione nella loro legislazione, nei loro programmi e nelle loro politiche nazionali.  Essa potrà fornire delle utili linee guida ai responsabili politici ed a tutti gli altri soggetti interessati su come muoversi in questa direzione.

“Il diritto al cibo non è un’utopia”, dice Barbara Ekwall, Responsabile del Gruppo di Lavoro sul Diritto al Cibo della FAO. “Può essere garantito ad ogni donna, ad ogni uomo e ad ogni bambino al mondo, anche in tempi di crisi. Abbiamo già il quadro giuridico necessario in termini di norme internazionali, regionali e nazionali sui diritti umani. Ma per far sì che il diritto ad un’adeguata alimentazione diventi una realtà per tutti è essenziale un’azione a livello nazionale. E’ qui che intervenire farà la differenza per tutti coloro che soffrono la fame”.

“La preparazione, la pubblicazione e la distribuzione del Kit di Strumenti metodologici sul Diritto al Cibo sono state realizzate grazie al supporto del governo tedesco, con contributi anche da Norvegia, Spagna e Olanda. 

Il Kit – preparato dal gruppo di lavoro della FAO sul Diritto al Cibo – è costituito da sei volumi che forniscono informazioni pratiche e linee guida dettagliate sui modi per integrare il diritto al cibo nelle legislazioni, nei programmi e nelle politiche nazionali. Esso fornisce anche un’assistenza di tipo operativo a coloro che cercano di monitorare il diritto ad un’alimentazione adeguata e di identificare e classificare i gruppi più vulnerabili. Contiene anche raccomandazioni sulla pianificazione, l’attuazione e il controllo dell’allocazione della spesa pubblica in questo campo.

Il Kit è stato realizzato da esperti e specialisti con competenze ed esperienza in diversi campi. I volumi forniscono informazioni pratiche su una serie di importanti temi quali:

. l’introduzione del diritto al cibo nelle costituzioni e nelle legislazioni nazionali;
. il monitoraggio del diritto ad un’alimentazione adeguata, indirizzato prevalentemente al personale tecnico delle istituzioni del settore pubblico e delle organizzazioni della società civile responsabili della pianificazione e del controllo della sicurezza alimentare, dell’alimentazione e della povertà;
. l’assistenza ai governi, alla società civile e agli altri soggetti coinvolti nella valutazione della situazione del diritto al cibo; 
. lo studio di come i bilanci statali affrontano il problema della realizzazione del diritto al cibo, offrendo un programma in 10 fasi per reclamare questo diritto a partire dall’analisi del bilancio statale.  

Infine, il Kit comprende anche un Programma-Quadro che aiuterà a rafforzare le capacità nazionali di rendere effettivo il diritto al cibo. Potrà essere usato da docenti ed altri educatori per sviluppare corsi specifici o programmi di formazione.