FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Finanziamento USA record al programma FAO contro l’influenza aviaria

Indonesia, Vietnam ed Egitto tra i maggiori beneficiari

Photo: ©FAO/Hoang Dinh Nam
Controlli veterinari in Vietnam.
Roma, 11 Novembre 2008 – Gli Stati Uniti forniranno un nuovo finanziamento di 44,4 milioni di dollari a favore della campagna di prevenzione e controllo dell’influenza aviaria della FAO, ha annunciato oggi l’agenzia ONU.

Con il nuovo finanziamento dell’Agenzia Statunitense per lo Sviluppo Internazionale (USAID), il sostegno degli USA al programma contro l’influenza aviaria della FAO ha raggiunto un totale di 112,8 milioni di dollari, confermando gli USA il maggiore donatore a favore delle attività di controllo della FAO, attuate in più di 96 paesi.

I fondi saranno principalmente destinati alle attività di controllo in Afghanistan, Bangladesh, Cambogia, Cina, Egitto, India, Indonesia, Laos, Myanmar, Nepal, Pakistan, Sud Est Asiatico, Africa Centrale e Occidentale e Vietnam. Indonesia, Vietnam ed Egitto saranno i principali beneficiari.

“Nonostante molti paesi siano riusciti a tenere sotto controllo l’influenza aviaria, il virus rimane presente in 10 paesi ed è ormai radicato in Egitto, Indonesia e Vietnam. Questi nuovi fondi USA consentiranno alla FAO di continuare il suo lavoro a sostegno di quei paesi che ancora lottano per tenere il virus sotto controllo”, ha dichiarato il Veterinario Capo della FAO, Joseph Domenech.
 

“La partnership con la FAO è una componente integrante del nostro impegno a livello internazionale per contenere e controllare l’influenza aviaria altamente patogena, alla sua origine tra il pollame”, ha detto l’Ambasciatore USA presso la FAO Gaddi Vasquez.
 

I principali donatori del programma contro l’influenza aviaria della FAO, che attualmente ammonta a circa 282,7 milioni di dollari, sono: Stati Uniti, Svezia, Australia, Giappone, Commissione Europea, Regno Unito, Canada, Germania, Banca Mondiale, Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite, Banca Asiatica di Sviluppo e Francia. Il programma è inoltre sostenuto da fondi del Programma di Cooperazione Tecnica della FAO.