FAO.org

Home > Sala stampa > News Article

Il Calcio professionista visita i progetti TeleFood

Dirigenti e giocatori delle leghe europee al Cairo per visitare alcuni progetti FAO

Photo: ©FAO/Mamadou Gomis
Il club calcistico Rebeuss a Dakar in Senegal.
Cairo/Roma, 13 gennaio 2009 - Una delegazione ad alto livello di dirigenti e di famosi ex-giocatori del calcio europeo il 14 gennaio saranno al Cairo per visitare alcuni progetti TeleFood. 

La visita è la prima iniziativa concreta organizzata nell'ambito della campagna di sensibilizzazione contro la fame e di raccolta fondi lanciata dall'Associazione delle Leghe Europee di calcio professionista (EPFL) lo scorso ottobre presso la sede della FAO. 

L'evento ha l'alto patrocinio della First Lady egiziana Signora Suzanne Mubarak, che lo scorso ottobre è stata nominata Madrina d'onore delle attività e dei Programmi della FAO.

La delegazione di dirigenti e di stelle del calcio europeo visiteranno progetti che mirano a migliorare la nutrizione e le condizioni di vita di donne e bambini, ed insegnano tecniche di coltivazione sostenibile che non implichi l'impiego di pesticidi.

Tra gli altri faranno parte della delegazione Paolo Rossi, della Lega calcio italiana, Hans-Peter Müller della Bundesliga tedesca, e Manuel José della lega portoghese, attuale allenatore del club egiziano Al-Ahly e quattro volte campione della Lega dei Campioni africana.

Tra i dirigenti vi saranno l'amministratore delegato della EPFL, Emanuel Macedo de Medeiros, il Presidente della Lega spagnola e membro del consiglio della EPL, José Luis Astiazarán, ed il Responsabile marketing della lega calcio tedesca, Thomas Bender.

"Un sesto della popolazione mondiale soffre la fame e lotta drammaticamente per avere un pasto.  Occorre agire, non servono le solite parole di circostanza.  Mai come adesso è necessario intervenire subito", ha detto Medeiros.  Questo è il motivo per cui ci siamo uniti alla FAO per essere in prima linea contro la fame.  Una lotta affinché ogni individuo abbia diritto al cibo ed alla dignità".

Il Direttore Generale della FAO Jacques Diouf ha ringraziato la EPFL per aver dato tutta la forza del proprio sostegno a favore di questa campagna proprio in un momento in cui il numero delle persone che soffrono la fame è salito a 963 milioni ed in un momento di grave crisi economica a livello mondiale.

"La FAO apprezza il potere dello sport, e del calcio in particolare, per riuscire a sensibilizzare e mobilitare la volontà politica e le risorse finanziarie necessarie per sconfiggere la fame", ha detto Diouf.

Il lancio della campagna "Il calcio professionista contro la fame" lo scorso ottobre ha segnato un momento importante del coinvolgimento del calcio per un mondo libero dalla fame.  La campagna coinvolge 28 leghe che fanno parte dell'EPFL e nell'insieme circa 960 club calcistici europei.