FAO :: Sala stampa :: Approfondimenti :: 2005 :: Tsunami un anno dop… :: Creare dei villaggi…
Creare dei villaggi modello
PANAMA, Sri Lanka – Questa comunità di pescatori in difficoltà è stata designata "villaggio costiero modello", scelto per far conoscere una delle strategie della FAO per migliorare i mezzi di sussistenza nelle zone impoverite in seguito allo tsunami.

Grazie alla generosità dei donatori, 5,6 milioni di dollari sono stati accantonati per aiutare 14 villaggi dello Sri Lanka a diventare dei modelli che mostrino quali possibilità si creano quando le comunità non dipendono più da una sola attività economica e diversificano la propria sussistenza.

Lavorando in stretta collaborazione con gli abitanti dei villaggi, Ricerca e Cooperazione, una ONG italiana, ha già condotto uno studio di due settimane sulle condizioni di vita per analizzare il potenziale di Panama, identificando come attività possibili l’acquacoltura, gli orti domestici, le piccole imprese e la riparazione delle imbarcazioni e dell’attrezzatura da pesca.

Il prossimo passo consisterà nel sottoporre le proposte all’esame degli esperti della FAO ed aggiudicare gli appalti alle ONG perché aiutino i villaggi ad avviare le attività economiche più promettenti.

Panama ha bisogno di aiuto: 72 pescherecci sono stati danneggiati dallo tsunami, ma sono stati ricevuti prestiti di assistenza per la riparazione solo di 15 imbarcazioni. Lo tsunami ha modificato l’ecosistema locale al punto che i coccodrilli hanno invaso la zona.

"Una donna è morta in seguito all’attacco di un coccodrillo. Abbiamo paura di pescare nella laguna", dice H. Tabasiri, che è a capo della cooperativa di pescatori.

Mentre Panama sta diventando un modello di sviluppo per gli altri villaggi, la FAO ha distribuito semi di riso, pompe idriche e fertilizzanti, ed ha fornito formazione sulla bonifica del terreno, la lotta biologica e la nutrizione.

"Per noi la FAO è la prima Agenzia per la cooperazione", afferma il Direttore Aggiunto per l’Agricoltura della zona, P.M. Dayaratne. "L’Agenzia collabora con quelli di noi che lavorano in ambito governativo".

Grazie al suo status neutrale di Agenzia delle Nazioni Unite, la FAO ha inoltre negoziato l’approvazione del Governo per la distribuzione di semi di mais e di riso a centinaia di contadini e pescatori Tamil profughi a causa dello tsunami in un’enclave delle Tigri Tamil vicino Panama, il primo aiuto di questo tipo che essi abbiano ricevuto, oltre ad un alloggio temporaneo.

Per saperne di più

Tsunami un anno dopo, la rinascita delle comunità

Il ruolo della FAO nel dopo tsunami

Aiutare i sopravvissuti di Aceh a costruirsi un futuro

Rendere la terra di nuovo produttiva

Garantire un’acquacoltura sostenibile

Sri Lanka: si riprogetta la flotta di pescherecci

Creare dei villaggi modello

Gli aiuti raggiungono più di 50 isole

Di nuovo in fiore i frutteti della Tailandia

FAO/P. Singh

Un contadino nel villaggio di Panama, a Sri Lanka, mostra una tessera rilasciata dalla FAO che gli dà diritto ad una certa quantità di fertilizzanti e di sementi.

invia quest’articolo
Creare dei villaggi modello
-
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
 
RSS