FAO :: Sala stampa :: Approfondimenti :: 2006 :: Un’opportunità non … :: Una migliore gestio…
Una migliore gestione dell’acqua aiuta a salvaguardare l’ambiente
L’agricoltura può avere un grosso impatto sull’ambiente e sulla salute delle persone. Una gestione sbagliata della terra e dell’acqua può causare l’esaurimento delle risorse idriche e l’inquinamento dei sistemi, contribuire all’infertilità ed all’erosione del suolo, distruggendo l’ecosistema naturale.

In molte regioni, l’acqua per l’irrigazione viene prelevata dal terreno ad un ritmo più veloce di quanto non serva per essere ricostituita. In alcune zone dello stato del Tamilnadu, in India, un prelievo superiore ai valori di ricostituzione ha fatto abbassare, in un solo decennio, il livello delle acque nei pozzi di 25/30 metri. Nel nord della Cina, vaste aree coltivate rischiano un simile abbassamento dei livelli dell’acqua a causa dello sfruttamento eccessivo delle falde sotterranee.

Per di più molta dell’acqua raccolta va sprecata a causa di perdite nei canali, di fuoriuscite, di infiltrazioni, di percolazione e dell’evaporazione. Sebbene parte di quest’acqua riconfluisca poi nei fiumi o nelle falde acquifere, perdite eccessive nelle strutture irrigue hanno effetti negativi sul rendimento del sistema, contribuiscono ad un prelievo eccessivo ed aumentano l'impatto negativo dell'irrigazione sull'ambiente.

L’irrigazione, dunque, deve essere gestita con molta attenzione per evitare danni all’ambiente, specialmente nelle zone aride. Se i campi irrigui non vengono drenati in modo corretto, quando l’acqua evapora dal suolo si accumulano sali che riducono fortemente la produttività del terreno, e finiscono con il renderlo sterile.

La FAO stima che cattivo drenaggio e pratiche d’irrigazione sbagliate abbiano causato saturazione idrica e salinizzazione in circa il 10 per cento delle terre irrigue del mondo. Queste pratiche contribuiscono inoltre alla diffusione di malattie trasmettibili mediante l'acqua quali diarrea, colera, tifo e malaria.

Prelevare l’acqua direttamente da fiumi e laghi, costruendo infrastrutture per l’irrigazione lungo le loro sponde, può avere effetti negativi su ecosistemi fragili. Inoltre, l’eccessivo impiego di pesticidi e fertilizzanti ha un impatto diretto sulla qualità dell’acqua e sulla salute delle persone.

È essenziale, dunque, trovare modi per attenuare questi effetti negativi sull’ambiente e proteggere gli ecosistemi dai quali l’agricoltura dipende.

Soluzioni pulite

Esistono diverse tecniche, semplici ed abbordabili, per far incrementare la produzione alimentare dei piccoli contadini senza dover ricorrere ad un eccessivo prelievo di acqua e senza danneggiare il suolo.

La raccolta dell’acqua – nel caso di coltivazioni irrigue che soffrono di un deflusso eccessivo (fenomeno del ruscellamento) – potrebbe far migliorare in modo notevole sia il rendimento che la regolarità della produzione agricola.

In molti paesi l’esperienza dimostra che gli agricoltori passati dall’irrigazione con impianti automatici a pioggia, ai sistemi a goccia hanno tagliato il loro consumo d’acqua dal 30 al 60 per cento.

In molti paesi africani ed asiatici, pompe meccaniche a pedale, poco costose, che estraggono l’acqua per l’irrigazione da falde acquifere poco profonde, hanno fatto aumentare sensibilmente la produttività dei contadini, che hanno in questo modo pieno controllo sulla quantità di acqua da pompare. Per altro, visto lo sforzo richiesto, l’acqua è usata con parsimonia. Allo stesso modo, le pompe a motore di piccole dimensioni sono riuscite a rivoluzionare l’orticoltura nei campi intorno ai centri urbani.

Riciclare le acque reflue trattate è un’altra possibilità che offre grandi vantaggi. Una città con una popolazione di mezzo milione di persone ed un consumo giornaliero di 120 litri d'acqua pro-capite, produce giornalmente circa 48.000 metri cubi di acque reflue, che se trattate potrebbero essere usate per irrigare circa 500 ettari di terra. Gli effluenti provenienti da acque reflue trattate sono ricchi di nutrienti quasi quanto la stessa acqua e possono fornire tutto l’azoto e molto del fosforo e del potassio normalmente necessari per la produzione agricola alimentare.

Per saperne di più

Un’opportunità non sfruttata

Una migliore gestione dell’acqua aiuta a salvaguardare l’ambiente

Vicino Oriente e Nord Africa: risorse limitate per una domanda in aumento

Rendere la scienza idrologica accessibile alle comunità locali

FAO/17124/M. Marzot

L'irrigazione deve essere gestita con attenzione per evitare danni all'ambiente.

FAO

Contadini in Malawi rinforzano gli argini di un canale per evitare perdite d'acqua.

FAO

In molti paesi le pompe meccaniche a pedale hanno contribuito a far aumentare la produttività.

invia quest’articolo
Una migliore gestione dell’acqua aiuta a salvaguardare l’ambiente
.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
 
RSS