FAO :: Sala stampa :: Approfondimenti :: 2006 :: Un’opportunità non … :: Rendere la scienza …
Rendere la scienza idrologica accessibile alle comunità locali
Un progetto in India mette la gestione delle falde sotterranee nelle mani dei contadini poveri
I contadini poveri sono i primi ad essere colpiti nei periodi di scarsezza d’acqua e di siccità, e spesso con conseguenze molto pesanti. Nello stato indiano dell’Andhra Pradesh la ricorrente siccità ed il peso dell’eccessivo indebitamento, hanno spinto migliaia di contadini disperati al suicidio.

L’agricoltura, l’attività portante dell’economia essenzialmente rurale della regione, è diventata più aleatoria, costosa ed ha bisogno di una maggiore quantità d’acqua. Molti dei suicidi dei contadini sono stati fatti risalire alla bancarotta seguita alle perdite di denaro investito nei pozzi artesiani, che per altro non sono serviti a niente. Molti contadini hanno dovuto ripiegare su colture commerciali, che promettono maggiori guadagni, ma implicano anche maggiori rischi. La trivellazione indiscriminata in cerca d’acqua e il maggiore uso di fertilizzanti chimici e pesticidi ha danneggiato le falde sotterranee e ridotto alla fine la fertilità del suolo.

Le dinamiche delle falde sotterranee

Un progetto innovativo finanziato dal Governo olandese e attuato da organizzazioni non governative locali con l'assistenza tecnica della FAO, sta cercando di affrontare queste questioni aiutando i contadini a comprendere meglio il sistema ideologico delle falde acquifere sotterranee per metterli nelle condizioni di fare gli investimenti più appropriati e gestire meglio le risorse.

Sino ad oggi, circa 7.000 contadini, uomini e donne, provenienti da oltre 650 villaggi di sette distretti dell’Andhra Pradesh, hanno imparato a monitorare il livello delle falde freatiche, il deflusso idrico dalle falde acquifere locali e le precipitazioni, e ad analizzare i cambiamenti nella disponibilità di acqua. Organizzati in gruppi, (i Comitati di Gestione delle Falde sotterranee), hanno poi condiviso le informazioni con altri contadini, così da mettere l’intera comunità nelle condizioni di prendere decisioni informate e massimizzare le risorse idriche della zona. Nell’ambito del progetto, della durata di quattro anni, verranno raggiunti circa 500.000 contadini.

“Quello che rende questo progetto unico, è il fatto che mette le comunità nelle condizioni di prendere decisioni collettive basate su una reale comprensione delle basi scientifiche e tecniche delle soluzioni disponibili", dice Daniel Gustafson, Rappresentante FAO in India.

Comprendendo meglio l’equilibrio della falda acquifera nella loro zona, i contadini hanno cominciato a rendersi conto dell’inutilità di investire nella trivellazione di pozzi e stanno invece orientandosi verso coltivazioni che richiedono un minor impiego d’acqua. Non solo, ma la diffusione dell’agricoltura biologica sta riducendo l’uso di fattori produttivi costosi come i fertilizzanti chimici ed i pesticidi, minimizzando l’impatto sull’ambiente.

Il progetto mira anche ad incrementare le risorse sotterranee mediante la ricostituzione artificiale, in base alla quale sia l’acqua che scorre via e non viene assorbita dai campi sia l’acqua piovana raccolta sono reintrodotte nel terreno, di solito mediante pozzi ad iniezione, per ricostituire le falde acquifere per le generazioni future.

È stata creata una base di dati idrologici che usa un sistema d’informazioni geografiche, per facilitare le analisi dei Comitati di Gestione sulle tendenze dell’impiego d’acqua e per fornire una valutazione accurata sull’ammontare totale di acqua disponibile in ciascuna unità idrologica.

Per saperne di più

Un’opportunità non sfruttata

Una migliore gestione dell’acqua aiuta a salvaguardare l’ambiente

Vicino Oriente e Nord Africa: risorse limitate per una domanda in aumento

Rendere la scienza idrologica accessibile alle comunità locali

FAO

Contadini in un villaggio imparano come si misura lo scarico delle acque.

FAO

Le donne hanno un ruolo importante sia nelle attività di formazione che nella gestione delle risorse.

FAO

Misurando la quantità di pioggia caduta, i contadini monitorano la disponibilità d'acqua.

FAO

Un pozzo ad iniezione reintroduce l'acqua piovana nel terreno.

invia quest’articolo
Rendere la scienza idrologica accessibile alle comunità locali
Un progetto in India mette la gestione delle falde sotterranee nelle mani dei contadini poveri
.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
 
RSS