FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2005 :: Gli Awards d…
Gli Awards della FAO a giornalisti, istituzioni ed esperti dello sviluppo
Un riconoscimento per aver sostenuto con il loro lavoro la lotta contro la fame
Roma, 19 novembre 2005 – Tre giornalisti, un’organizzazione partner e due esperti dell’Agenzia che operano sul campo sono stati premiati dalla FAO per il loro contributo alla lotta contro la fame nel mondo.

I premi sono stati consegnati oggi dal Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf, nel corso della cerimonia d’apertura della Conferenza biennale dell’Organizzazione (19-26 novembre).

Premiati giornalisti de La Repubblica e del Wall Street Journal

Il Premio Giornalistico A.H. Boerma è stato conferito congiuntamente a Giampaolo Cadalanu, del quotidiano La Repubblica, ed a Roger Thurow e Scott Kilman del Wall Street Journal (USA), per essere riusciti con il loro lavoro di reporter a far riflettere l’opinione pubblica dei loro paesi sul problema della fame e della povertà.

Nelle motivazioni si sottolinea come Cadalanu, dalle colonne di una delle fonti d’informazione più autorevoli del suo paese, abbia saputo dar conto dei problemi dello sviluppo. I suoi interessi e la sua sensibilità lo hanno portato a visitare numerosi paesi africani, oltre all’Afghanistan, all’Iraq e alla Croazia. Con il suo lavoro è riuscito a mettere in prima pagina temi spesso trascurati dai grandi mezzi d’informazione, con grande onestà intellettuale e professionalità.

Thurow e Kilman, corrispondenti dell’influente Wall Street Journal, sono riusciti grazie ai loro reportage sull’alimentazione e sul commercio agricolo – si legge nelle motivazioni – a far comprendere meglio al grande pubblico questioni quali la sicurezza alimentare, la fame e la povertà, dimostrando che si può scrivere di sviluppo e commercio in modo creativo, stimolante e capace di avere un grande impatto sui lettori.

Il premio, che deve il suo nome ad uno dei precedenti Direttori Generali della FAO, Addeke Hendrik Boerma (1968-1975), è stato istituito nel 1979 e consiste in 10.000 dollari, una medaglia ed una pergamena. Viene assegnato ogni due anni nel corso della Conferenza biennale della FAO ed è aperto ai giornalisti di tutto il mondo, di qualsiasi mezzo d’informazione.

Un riconoscimento al personale FAO sul campo

A due esperti della FAO, Patrick Evans (foreste) e Heiko Bammann (agricoltura) è stato attribuito il Premio B.R. Sen, conferito ad operatori sul campo della FAO che abbiano dato un importante contributo al progresso del paese al quale sono stati assegnati.

Patrick Evans è stato premiato per il ruolo svolto nell’attuazione di un progetto FAO della durata di 8 anni per una migliore gestione delle risorse forestali ed ittiche del lago Tonle Sap, in Cambogia. Il progetto ha offerto corsi di formazione alle comunità locali per uno sfruttamento responsabile delle risorse ittiche e forestali dalle quali dipendono. Nelle comunità dei 116 villaggi attorno al lago si sono costituite organizzazioni che oggi gestiscono attivamente 108.000 ettari di terra.

Heiko Bammann ha sviluppato diversi progetti per promuovere l’agricoltura ed offrire fonti di reddito ai contadini disoccupati, in particolare ai giovani, della regione a cui è stato assegnato, l’Ufficio sub-regionale della FAO per le Isole del Pacifico. Questi progetti hanno promosso l’uso di tecniche agricole sostenibili, una gestione intelligente della terra ed efficaci misure di progettazione e di marketing.

Una medaglia per chi promuove la pesca responsabile

All’Accordo multilaterale sul Programma Internazionale per la Conservazione dei Delfini (AIDCP) è stata assegnata la Medaglia Margarita Lizárraga, conferita ad organizzazioni o singoli individui che si sono impegnati nell’applicazione del Codice di Condotta per la Pesca Responsabile della FAO.

Premiata un’organizzazione cubana

Il Premio Edouard Saouma è andato all’Instituto de Investigaciones en Fruticultura Tropical (IIFT) di Cuba per aver attuato un progetto di cooperazione tecnica della FAO (Recupero della Frutta tropicale) per incrementare la produzione frutticola sull’isola.

Secondo la FAO, il coinvolgimento e l’efficienza dell’IIFT sono stati fondamentali per la riuscita del progetto nonostante le perdite causate dall’uragano Michelle. L’Istituto ha dimostrato grande impegno, integrando con le proprie risorse le attività di formazione - ha dichiarato l’Agenzia.

Il Premio Saouma, creato nel 1993, va ad istituzioni che lavorano insieme alla FAO che si sono distinte nell’attuare progetti di Cooperazione Tecnica finanziati dall’Agenzia dell’ONU.
Per maggiori informazioni:
Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

Per maggiori informazioni:

Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

invia quest’articolo
Gli Awards della FAO a giornalisti, istituzioni ed esperti dello sviluppo
Un riconoscimento per aver sostenuto con il loro lavoro la lotta contro la fame
19 novembre 2005 - Sono stati premiati oggi dalla FAO tre giornalisti, un’organizzazione partner e due operatori selezionati tra il personale sul campo dell’Agenzia, per il loro contributo alla lotta contro la fame nel mondo.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS