FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2005 :: Allarme FAO per la …
Allarme FAO per la cattiva qualità delle barche date in Indonesia
Intervento post-tsunami: corsi di formazione per migliorare le tecniche di costruzione
Banda Aceh, Indonesia, 22 giugno 2005 – I pescatori di Sumatra sopravvissuti allo tsunami rischieranno di nuovo la vita a causa della cattiva qualità delle barche che sono state date in sostituzione di quelle perdute nel maremoto del 26 dicembre scorso, ha avvertito oggi la FAO.

“La qualità di alcune delle barche costruite da ONG e da altre istituzioni locali ci preoccupa molto, sono in genere scadenti ma alcune davvero pericolose”, ha dichiarato Jeremy Turner, responsabile del Servizio di Tecnologia della Pesca della FAO.

“Queste imbarcazioni sono un disastro annunciato e inevitabilmente causeranno la perdita di vite umane”, ha aggiunto Turner.

Il problema è sorto perché molte ONG coinvolte nella ricostruzione post-tsunami mancano delle capacità tecniche per riuscire a valutare la bassa qualità delle imbarcazioni che vengono costruite. L’inadeguatezza riguarda sia i costruttori impiegati sia la qualità dei materiali usati.

“Ne consegue che molte delle barche costruite al momento dovranno essere sostituite molto presto, forse dopo che gli aiuti umanitari si saranno spostati altrove”.

Molti di coloro che avevano esperienza ed abilità nella costruzione delle barche hanno perso la vita nello tsunami, e a fronte della grande richiesta attuale molti costruttori inesperti, e perfino fabbricanti di mobili, rivendicano capacità che in realtà non posseggono.

La FAO sta per lanciare un programma per migliorare il livello tecnico mediante corsi di formazione tenuti dal costruttore navale Michael Savins. Il primo di questi corsi si terrà a Meulaboh a partire da metà luglio.

“La FAO vorrebbe vedere l’applicazione di un minimo di requisiti che assicurino che le imbarcazioni mal costruite siano riparate o distrutte. Nel lungo periodo, si deve pensare all’obbligo di una certificazione di idoneità prima di registrare le imbarcazioni e concedere l’autorizzazione a pescare. Questo aiuterebbe a migliorare la sicurezza marittima e la gestione della pesca in generale”, ha concluso Turner.


Per maggiori informazioni:
Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

Per maggiori informazioni:

Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

FAO

Tra le vittime dello tsunami molti costruttori di barche

FAO/J. Holmes

Un costruttore di barche ad Aceh controlla una nuova imbarcazione

invia quest’articolo
Allarme FAO per la cattiva qualità delle barche date in Indonesia
Intervento post-tsunami: corsi di formazione per migliorare le tecniche di costruzione
22 giugno 2005 – I pescatori di Sumatra sopravvissuti allo tsunami potrebbero rischiare di nuovo la vita a causa della cattiva qualità delle barche date in sostituzione di quelle perdute nel maremoto del 26 dicembre scorso, ha avvertito oggi la FAO.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS