FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2006 :: Accordo FAO/Ministe…
Accordo FAO/Ministero dell’Ambiente italiano per promuovere l’energia da biomassa
La FAO ospiterà il Segretariato della Partnership Globale sulle Bioenergie
Roma, 6 giugno 2006 - La FAO ospiterà il Segretariato della Partnership Globale sulle Bioenergie (GBEP)*, ha reso noto oggi l’Agenzia delle Nazioni Unite. La Partnership è stata creata su proposta del governo italiano - e sostenuta dall’impegno dei paesi del G8 - per fornire un forum a livello internazionale in cui promuovere un maggiore impiego di energia da biomassa, specialmente nei paesi in via di sviluppo.

Un protocollo d’intesa è stato firmato in questo senso tra la FAO ed il Ministero italiano dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, per definirne compiti e funzioni per i prossimi due anni.

“È simbolicamente importante che questo accordo sia stato firmato nella Giornata Mondiale per l’Ambiente, il cui tema quest’anno è proprio la lotta alla desertificazione”, ha detto Alexander Müller, Vice Direttore Generale della FAO per il Dipartimento dello Sviluppo Sostenibile, rivolgendosi a Corrado Clini, Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente italiano.

Questo accordo viene in un momento in cui sempre più ampia è la presa di coscienza della necessità di trovare fonti energetiche alternative e soprattutto rinnovabili. Spingono in questa direzione l’alto prezzo del greggio da una parte e le preoccupazioni per lo stato di salute del pianeta gravemente minacciato dalle emissioni dei gas provenienti dai combustibili fossili.

Energia alla portata dei paesi poveri

“L’80 per cento delle persone che non dispongono di elettricità vivono nelle zone rurali dei paesi in via di sviluppo”, dice Müller. “Nell’Africa sub-sahariana la percentuale sale sino al 92 per cento”.

La biomassa è disponibile a livello locale, i residui forestali, i rifiuti organici e molte colture potrebbero aprire grandi opportunità per i paesi in via di sviluppo.

Questo potrebbe significare per loro una minore dipendenza dagli approvvigionamenti energetici dall’estero e un maggiore utilizzo di produzioni agricole esistenti.

Il Segretariato si farà promotore dello scambio di conoscenza e di tecnologia per consentire un uso commerciale e moderno della bioenergia, che possa sostituire almeno in parte l’impiego di combustibili derivati dal petrolio e al stesso tempo promuovere lo sviluppo rurale.

“Questo secolo potrebbe assistere ad un cambiamento radicale per quanto riguarda le nostre fonti energetiche”, continua Müller. “Questo accordo con il governo italiano va nella direzione giusta. Ospitando il Segretariato, la FAO nel contesto della Piattaforma Internazionale di Bioenergia (IBEP) continuerà a fornire la propria expertise e a dare consulenza ai governi ed agli operatori del settore nella formulazione di politiche e strategie bioenergetiche”.

*Fanno parte della Partnership Globale sulle Bioenergie (GBEP): Canada, Cina, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, la UN Foundation, l’Associazione delle industrie europee per l’energia e la FAO.

Per maggiori informazioni:
Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

Per maggiori informazioni:

Luisa Guarneri
Ufficio Stampa FAO
luisa.guarneri@fao.org
(+39) 06 570 56350
(+39) 348 870 5979

FAO/Bizzarri

Produzione di carbone in India

FAO/G.Bizzarri

Sri Lanka - Una donna con un pesante carico di legna da ardere per uso domestico

invia quest’articolo
Accordo FAO/Ministero dell’Ambiente italiano per promuovere l’energia da biomassa
La FAO ospiterà il Segretariato della Partnership Globale sulle Bioenergie
6 giugno 2006 - La FAO ospiterà il Segretariato della Partnership Globale sulle Bioenergie (GBEP), creata su proposta del governo italiano per fornire un forum in cui promuovere un maggiore impiego di energia da biomassa.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS