FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2006 :: Riusciremo a raggiu…
Riusciremo a raggiungere l’obiettivo di dimezzare la fame?
Il Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale valuta i progressi fatti dal 1996 ad oggi
Roma, 26 ottobre 2006 - A dieci anni dal Vertice Mondiale dell’Alimentazione, rappresentanti di oltre 120 paesi s’incontreranno a Roma la prossima settimana per analizzare i progressi fatti nel raggiungimento dell’obiettivo allora fissato di dimezzare entro il 2015 il numero di coloro che soffrono la fame.

I ministri di alcuni tra i paesi più poveri del pianeta, e di alcuni dei più ricchi, che partecipano alla 32ma sessione del Comitato sulla Sicurezza Alimentare Mondiale (CFS) della FAO, (30 ott/4 nov) valuteranno i progressi fatti e se è ancora possibile raggiungere l’obiettivo stabilito nel Vertice Mondiale dell’Alimentazione del 1996, nei confronti del quale tutti i capi di stato e di governo allora presenti si erano solennemente impegnati.

In considerazione del fatto che per ridurre fame e povertà estrema non basta fare appello ai governi ma occorre coinvolgere tutta la comunità internazionale nel suo insieme, il CFS prende l'avvio con uno Special Forum di due giorni in cui discuteranno rappresentanti governativi, di ONG e del settore privato. Il tema è “Un mondo libero dalla fame: progressi e prospettive per raggiungere il Piano d’Azione del Vertice Mondiale dell’Alimentazione”.

“Avere la società civile e le organizzazioni non governative con noi è indispensabile se vogliamo riuscire nel nostro intento", ha detto il Direttore Generale della FAO Jacques Diouf.

Lo Special Forum ospiterà eventi collaterali su vari temi tra cui “Aiuti ed investimenti”, “Commercio e globalizzazione” e “Riforma agraria e sviluppo rurale”.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, lo scorso 16 ottobre, 50 partecipanti in rappresentanza di organizzazioni non governative e del settore privato hanno fatto appello alla FAO affinché lavori più strettamente con la società civile per riuscire a mobilitare gli agricoltori, i lavoratori ed i giovani nella lotta contro fame e povertà.

“Questa sessione del CFS darà maggiore impeto all’impegno concordato a livello internazionale di raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, il primo dei quali è dimezzare l’incidenza di fame e povertà estrema entro il 2015", dice Margarita Flores, segretaria del CFS. “Per fare un esempio, lo scorso aprile la Conferenza regionale della FAO per l’America Latina ed i Caraibi ha adottato un’iniziativa non solo per ridurre la fame ma per sradicarla completamente dalla regione entro il 2025”.

Tra gli altri eventi collaterali organizzati nel corso del CFS è prevista una tavola rotonda sul Programma Speciale della FAO per la Sicurezza Alimentare, un programma che punta a promuovere il coinvolgimento diretto e la piena partecipazione delle popolazioni locali per superare fame e povertà. Il Programma è operativo in oltre 100 paesi. In un altro evento si discuterà invece del Diritto al Cibo come diritto fondamentale ed inalienabile degli esseri umani.

Un’altra tavola rotonda esaminerà il lavoro svolto dall’Alleanza Internazionale contro la Fame, lanciata in occasione del secondo Vertice Mondiale sull’Alimentazione del 2002.

Lunedì 30 Ottobre verrà presentato il rapporto annuale della FAO sullo Stato dell’Insicurezza Alimentare nel Mondo (SOFI) 2006 nel quale vengono forniti ed analizzati i dati globali e disaggregati per paese ed area geografica della fame nel mondo, con inclusi i trend positivi e negativi nella riduzione dei livelli di malnutrizione.

Per maggiori informazioni:
Alison Small
Ufficio Stampa FAO
alison.small@fao.org
(+39) 06 570 56292
(+39) 348 870 5221

Per maggiori informazioni:

Alison Small
Ufficio Stampa FAO
alison.small@fao.org
(+39) 06 570 56292
(+39) 348 870 5221

FAO/A. Vitale

A che punto siamo nel raggiungimento dell'obiettivo di dimezzare il numero di coloro che soffrono la fame entro il 2015?

FAO/G. Bizzarri

Il Direttore Generale della FAO Dr. Jacques Diouf

FAO/G. Bizzarri

La 32ma sessione del CFS valuterá i progressi fatti dal Vertice Mondiale dell’Alimentazione del 1996

invia quest’articolo
Riusciremo a raggiungere l’obiettivo di dimezzare la fame?
Il Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale valuta i progressi fatti dal 1996 ad oggi
26 ottobre 2006 - A dieci anni dal Vertice Mondiale dell’Alimentazione, rappresentanti di oltre 120 paesi s’incontreranno a Roma per analizzare i progressi fatti nel raggiungimento dell’obiettivo allora fissato di dimezzare entro il 2015 il numero di coloro che soffrono la fame.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS