FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2006 :: La maggioranza dei …
La maggioranza dei disabili vive nelle zone rurali
Una nuova convenzione ONU ne tutela i diritti
Roma, 5 dicembre 2006 - “La maggior parte dei 650 milioni di persone disabili del mondo vive nei paesi in via di sviluppo, e di essi l’80 per cento vive nelle zone rurali, spesso in condizioni di povertà estrema”, ha affermato oggi l’esperto FAO Libor Stloukal nel corso di una riunione organizzata presso la FAO in occasione della Giornata internazionale delle persone disabili.

“Gli agricoltori disabili sono agricoltori che devono convivere con un handicap; sono innanzitutto agricoltori, con gli stessi diritti di tutte le altre persone”, ha continuato Stloukal commentando la Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili, adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU nell’agosto scorso, ma che deve ancora essere ratificata.

“Questa Convenzione non solo tenta di cambiare il modo di percepire i disabili, ma anche di offrire opportunità socio-economiche, in riconoscimento del fatto che essi possono apportare un contributo importante alla società”.

Diversi punti della nuova Convenzione sono direttamente connessi con le attività della FAO, specialmente quando si parla di assicurare ai disabili il diritto al cibo, all’educazione, ai servizi sanitari ed a condizioni di lavoro adeguate.

L’accesso alle tecnologie informatiche è particolarmente importante per i disabili, specialmente per coloro che vivono in zone rurali o montane isolate. “Questo spiega perché il tema scelto per la Giornata Mondiale di quest’anno è stato “l’accessibilità elettronica”, perché l’accesso alle tecnologie della comunicazione crea grandi opportunità”, ha spiegato Stloukal.

Nell’incontro organizzato presso la sede della FAO è stata sottolineata la necessità di lanciare nuove iniziative mirate a garantire che le persone portatrici di handicap possano partecipare, a pieno titolo, a tutti gli aspetti della vita quotidiana delle loro comunità.

La celebrazione della Giornata Internazionale delle persone disabili – il 3 dicembre di ogni anno – ha come obiettivo promuovere maggiore consapevolezza sulle questioni connesse con la disabilità e mobilitare sostegno a favore della dignità, dei diritti e del benessere delle persone portatrici di handicap. Cerca anche di sensibilizzare l’opinione pubblica sui benefici derivanti dall’integrazione dei disabili in ogni aspetto della vita politica, sociale, economica e culturale.

Per maggiori informazioni:
Pina del Lama
Ufficio stampa FAO
pina.dellama@fao.org
(+39) 06 57056515

Per maggiori informazioni:

Pina del Lama
Ufficio stampa FAO
pina.dellama@fao.org
(+39) 06 57056515

invia quest’articolo
La maggioranza dei disabili vive nelle zone rurali
Una nuova convenzione ONU ne tutela i diritti
5 dicembre 2006 - La maggior parte dei 650 milioni di persone disabili del mondo vive nei paesi in via di sviluppo, e di essi l’80 per cento vive nelle zone rurali, spesso in condizioni di povertà estrema.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS