FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2007 :: Fare buon uso di og…
Fare buon uso di ogni goccia
La FAO coordina le iniziative ONU riguardanti l'acqua
Roma, 14 febbraio 2007- Per l’anno 2025, circa 1.8 miliardi di persone vivranno in paesi o regioni con assoluta mancanza d’acqua, ma oltre due terzi dell’intera popolazione mondiale potrebbero dover fare i conti con una situazione di scarsità, ha affermato oggi la FAO.

Nel corso dell’ultimo secolo, il consumo d’acqua è cresciuto ad un ritmo doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione. Ne consegue che una delle sfide centrali del prossimo secolo sarà la gestione sostenibile, efficiente ed equa di limitate risorse idriche, secondo Pasquale Steduto, responsabile dell’Unità FAO per la Valorizzazione e la Gestione delle Risorse Idriche, e presidente di turno dell’organismo interistituzionale delle Nazioni Unite “UN Water".

Fronteggiare la scarsità d’acqua

Quest’anno la FAO è anche l’agenzia di coordinamento, all’interno delle Nazioni Unite, della Giornata Mondiale dell’Acqua 2007, che viene celebrata il 22 marzo di ogni anno. Il tema di quest’anno, “Fronteggiare la scarsità d’acqua”, sottolinea la necessità di una maggiore cooperazione a livello internazionale e locale per la protezione delle risorse idriche mondiali.

Fare i conti con la scarsità d’acqua significa affrontare numerose questioni, dalla difesa dell’ambiente al riscaldamento globale ad una equa distribuzione dell’acqua per l’irrigazione, per l’industria e per il consumo domestico. Perfino le persone che vivono in zone con abbondanti risorse idriche, devono fare i conti con la scarsità d’acqua se non riescono ad avere accesso a queste risorse.

Nel mondo, oltre un miliardo di persone non hanno un accesso adeguato a fonti d’acqua pulita, che soddisfino il loro fabbisogno giornaliero, e 2.6 miliardi di persone non dispongono di servizi igienici adeguati.

L’agricoltura il più grande consumatore d’acqua

L’agricoltura è a livello mondiale il primo consumatore d’acqua, incidendo per circa il 70 per cento di tutta l’acqua prelevata da falde acquifere, laghi e corsi d’acqua. La percentuale sale quasi al 90 per cento in diversi paesi in via di sviluppo, dove si trovano circa tre quarti delle terre irrigue del mondo.

La penuria d’acqua è più acuta nelle zone più aride del pianeta, dove vivono più di 2 miliardi di persone e metà dei poveri del mondo. Quasi tutti i paesi del Medio oriente e del Nord Africa soffrono di scarsità d'acqua, insieme a paesi come il Messico, i Pakistan, il Sudafrica e buona parte della Cina e dell'India.

“L’acqua ha un impatto determinante nella capacità delle persone, dovunque esse vivano, di migliorare le proprie condizioni di vita”, dice Steduto. “In molte regioni, gli agricoltori che cercano di produrre cibo e reddito sufficienti per la propria famiglia, devono affrontare la sfida aggiuntiva rappresentata dalla siccità ricorrente e dalla competizione per l’accesso all’acqua”.

Molte delle risposte alla scarsità d’acqua si possono trovare nell’impiego di buone tecniche agricole, che aiutino a far raccogliere una maggiore quantità di acqua piovana, ridurre gli sprechi nell’irrigazione e aumentare la produttività, insieme a cambiamenti nel tipo di coltivazioni e nelle abitudini alimentari, aggiunge Steduto.

UN Water: uno sforzo collettivo

UN Water raggruppa tutte le agenzie ONU che affrontano le questioni legate alle risorse idriche, oltre anche ad importanti partner non ONU che lavorano insieme a loro per il raggiungimento degli obiettivi dell’iniziativa “Decennio Acqua per la Vita” (2005-2015) e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

“Una gestione efficiente delle risorse idriche a tutti i livelli, può aiutare i paesi ad adottare approcci flessibili, che mettano la gente nelle condizioni di avere l’acqua di cui hanno bisogno, preservando allo stesso tempo l’ambiente”, aggiunge Steduto. “La comunità internazionale ha il know-how per far fronte alla scarsità d’acqua, ma dobbiamo agire subito”.

Per maggiori informazioni:
Teresa Buerkle
Ufficio stampa FAO
teresamarie.buerkle@fao.org
(+39) 06 570 56146
(+39) 348 141 6671

Per maggiori informazioni:

Teresa Buerkle
Ufficio Stampa FAO
teresamarie.buerkle@fao.org
(+39) 06 570 56146
(+39) 348 141 6671

FAO/18851/I. Balderi

Gli agricoltori nelle regioni aride del pianeta devono fare i conti con la siccità e con la competizione per l'accesso all'acqua

FAO

È decisiva una corretta gestione delle risorse idriche

invia quest’articolo
Fare buon uso di ogni goccia
La FAO coordina le iniziative ONU riguardanti l'acqua
14 febbraio 2007 - Per l’anno 2025, circa 1.8 miliardi di persone vivranno in paesi o regioni con assoluta mancanza d’acqua, ma oltre due terzi dell’intera popolazione mondiale potrebbero dover fare i conti con una situazione di scarsità, ha affermato oggi la FAO.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS