FAO :: Sala stampa :: Ultime notizie :: 2007 :: “Fuorvianti i comme…
“Fuorvianti i commenti dei media sulla valutazione esterna della FAO
Dice il capo dell’equipe di valutazione, secondo il quale gli articoli non colgono il senso generale del rapporto
Roma, 31 agosto 2007 - I servizi giornalistici sul primo documento di lavoro della Valutazione Esterna Indipendente della FAO (IEE), pubblicato la settimana scorsa, sono stati “molto parziali ed hanno riportato solo le osservazioni negative”, ha detto oggi in un comunicato il capo dell’equipe di valutazione, il norvegese Leif Christoffersen.

“Il rapporto provvisorio IEE esorta i Paesi Membri della FAO a guardare al quadro d’insieme e specificatamente a non focalizzarsi sui dettagli ma a tenere in piena considerazione i messaggi centrali e le ragioni che ci hanno fatto arrivare alle nostre conclusioni", ha affermato Christoffersen. “Vorremmo fare lo stesso appello ai media”.

Il canadese Keith Bezanson, ex capo dell'equipe e suo membro effettivo, ha aggiunto: "I servizi giornalistici a cui ci riferiamo non hanno trasmesso ai lettori la visione d’insieme e l’equilibrio dei messaggi centrali del rapporto”.

“Il quadro generale è quello di un’organizzazione di vitale importanza, che svolge servizi essenziali e che fornisce beni irrinunciabili, ma allo stesso tempo di un’organizzazione che ha bisogno urgente di una riforma che la trasformi, affinché possa rinnovarsi, ristabilire fiducia in essa ed incrementare le proprie risorse”.

“Senza questa trasformazione", ha continuato, "l’aumento delle risorse da solo non risolverà i problemi della FAO. Il rapporto IEE è anche molto esplicito nell’affermare che quello che adesso serve è un pacchetto sostanzioso di riforme accompagnato da una crescita e che la FAO non potrà essere all'altezza delle aspettative dei suoi membri, né sfruttare i vantaggi comparativi e preservare la centralità delle proprie competenze, se il suo budget continua a ridursi”.

Christoffersen ha poi aggiunto: “La IEE ha concluso che si deve arrivare ad un nuovo patto internazionale tra tutti i membri, un patto perché vi sia trasformazione accompagnata da crescita. Nello specifico noi raccomandiamo l’istituzione di un gruppo di lavoro congiunto, che comprenda paesi membri e direzione FAO, che guidi e si faccia promotore di un Piano d'Azione Immediato per l'attuazione delle oltre 100 raccomandazioni che puntano a far sì la FAO realizzi appieno nel XXI secolo tutto il suo potenziale”.

“È vero che la IEE ha evidenziato molti e non secondari difetti nella FAO e che le raccomandazioni sono state formulate proprio per affrontare queste questioni. Ma il messaggio principale del rapporto della IEE non è certo quello apparso in alcuni recenti articoli. Il titolo del rapporto è chiaro “FAO: La sfida del rinnovamento” e quello è il messaggio che noi vorremmo fosse trasmesso dai media alla popolazione mondiale”.

Per maggiori informazioni:
Ufficio stampa FAO
FAO-Newsroom@fao.org
(+39) 06 570 53625

Per maggiori informazioni:

Ufficio stampa FAO
FAO-Newsroom@fao.org
(+39) 570 53625

invia quest’articolo
“Fuorvianti i commenti dei media sulla valutazione esterna della FAO
Dice il capo dell’equipe di valutazione, secondo il quale gli articoli non colgono il senso generale del rapporto
31 agosto 2007 - I servizi giornalistici sul primo documento di lavoro della Valutazione Esterna Indipendente della FAO (IEE) sono stati “molto parziali ed hanno riportato solo le osservazioni negative”, secondo il capo dell’equipe il norvegese Leif Christoffersen.
Inserire un indirizzo di email.
Inserire un indirizzo di email valido.
RSS