FAO/ITALY COOPERATIVE PROGRAMME
 

Le nostre attivitá

Il Contributo Italiano al Fondo Fiduciario della FAO per la Sicurezza Alimentare e la Salubritá degli Alimenti (ITF FSFS) mira a migliorare la sicurezza alimentare e ridurre la povertà in prioritarie piattaforme regionali e subregionali, quali: Africa (Grandi Laghi, Africa Occidentale, Paesi del Sahel, Paesi Sub- sahariani); America Latina e Caraibi (America Centrale, Sud America e Caraibi); Asia e Pacifico (Asia centrale e Isole del Pacifico); Vicino Oriente; Europa centro-orientale.

L’Unità di Collegamento (Funding Liaison Unit - FLU), all' interno del Dipartimento di Cooperazione Tecnica, Servizio di Mobilitazione delle Risorse e Attività della FAO (TCSR), vigila sulla corretta gestione del Contributo Italiano, in costante dialogo con il Donatore, attraverso l'Ufficio Multilaterale II della Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo (DGCS); così come mantiene un costante dialogo con le  Unità tecniche della FAO e gli uffici decentrati di pertinenza che collaborano con i progetti finanziati dal Contributo Italiano al Fondo Globale per la Sicurezza Alimentare. Inoltre, l’Unità di Collegamento si preoccupa di armonizzare e allineare le priorità e le opportunità del Donatore, in conformità con gli Obiettivi Strategici (Strategic Objectives, SOs) e Aree Prioritarie di Interesse (Impact Focus Areas, IFAs) dell'Organizzazione.

L' Unità di Collegamento garantisce il monitoraggio costante dell'attività con le Unità tecniche della FAO e gli uffici decentrati durante l'intero ciclo di progetto (dall’individuazione e formulazione all’attuazione e poi valutazione), in coordinamento con tutti i partner coinvolti, incoraggiando un dialogo costante tra di loro. Una considerazione di rilievo è data alla creazione e integrazione di sinergie anche con altri progetti in corso nelle stesse aree e, in particolare, con i programmi nazionali per la Sicurezza Alimentare, laddove siano stabiliti. Al fine di migliorare l’efficienza, l’efficacia, l’affidabilitá e la trasparenza, l'attuazione di un progetto e i suoi risultati sono valutati attraverso il monitoraggio e la revisione delle attività, mentre, l'impatto e la realizzazione degli obiettivi sono valutati da valutazioni indipendenti, seguendo le regole e procedure standard della FAO.

Le nostre prioritá

Il Contributo italiano al Fondo fiduciario della FAO per la Sicurezza Alimentare nel corso della sua esistenza ha progressivamente spostato la sua attenzione verso un nuovo approccio alla Sicurezza Alimentare attraverso la Commercializzazione dell'Agricoltura (Food Security through Commercialization of Agriculture, FSCA), sostenendo e sviluppando le capacità dei piccoli agricoltori, sia individualmente sia organizzati in gruppi o associazioni (come le Organizzazioni di Agricoltori o Farmer-based Organizations). Questo strategia si concentra sulla catena del valore del settore agricolo, dalla produzione alla commercializzazione, incentivando la condivisione di conoscenze e trasferimento di tecnologie, avviando partenariati strategici tra pubblico e privato, e creando migliori e piú accessibili opportunità di marketing. Ciò dovrebbe consentire l'emergere di un settore privato locale capace di essere protagonista nella creazione di valore aggiunto delle attivitá agricole.

Il Contributo Italiano attravreso i progetti finanziati mira anche alla creazione di strategie di sicurezza alimentare a livello regionale. L’approccio regionale contribuisce a rafforzare ulteriormente gli sforzi nazionali per la riduzione della fame e della povertà nelle aree rurali, concentrandosi sulla facilitazione del commercio transfrontaliero e sugli incrementi di produzione e qualitá dei prodotti agricoli. Tale supporto consente anche l'armonizzazione delle politiche e delle regole per sostenere la competitività e la modernizzazione, e, al tempo stesso, rafforzare l'identità regionale.

Altre aree di interesse per  ITF FSFS riguardano la prevenzione e il controllo della trasmissione di malattie transfrontaliere delle piante e degli animali, l'armonizzazione del commercio alimentare internazionale e la diffusione delle informazioni. Particolare attenzione è data anche alla protezione degli ecosistemi locali e alla produzione agricola ambientalmente sostenibile, attraverso la valorizzazione commerciale della biodiversità locale.

I progetti finanziati dal Contributo Italiano enfatizzano anche il ruolo delle donne in agricoltura, perché la loro attivitá è talora fondamentale per il miglioramento degli standard di vita nelle comunitá rurali: essendo parte integrante della produzione agricola, ma godendo ancora di uno scarso accesso alle risorse principali (quali terra, credito, formazione) e non partecipando pienamente ai processi decisionali. 

  • GDCP/RWA/014/MUL Project© FAO
  • GCP/RAB/013/ITA Project© FAO
  • GDCP/RWA/014/MUL Project© FAO
  • GTFS/REM/070/ITA Project© FAO
  • GTFS/REM/070/ITA Project© FAO
  • GTFS/RLA/172/ITA Project© FAO