Fare sentire la propria voce sull'agenda post 2015 direttamente dal podio delle Nazioni Unite. È questa la nuova possibilità offerta ai visitatori di Expo Milano 2015. Grazie alla collaborazione con la sezione nazionale di JCI (Junior Chamber International), il Giardino ONU ospiterà infatti fino al 16 agosto il podio della campagna MY World. La presentazione ufficiale dell'iniziativa avverrà lunedì 20, alle ore 11.

Più di 8 milioni di persone provenienti da 194 Paesi hanno già partecipato alla conversazione globale, tra cui la MY World Campaign, per definire la nuova agenda di sviluppo globale. Lo scopo del sondaggio planetario è appunto catturare le voci della gente, le priorità e punti di vista dei cittadini, in modo che i leader mondiali possano esserne al corrente e tenere questi dati in considerazione durante il processo di definizione della nuova agenda di sviluppo per il mondo, per la quale è previsto un vertice a settembre. Si tratta della più grande consultazione mai condotta dalle Nazioni Unite. 

Con il placet di Ban Ki-moon, il Segretario generale delle Nazioni Unite, il podio viaggia per il mondo per raccogliere le opinioni della gente sulle questioni che sono più importanti per loro e le loro famiglie.  Ora questo strumento di cittadinanza attiva arriva all'Expo 2015 grazie alla collaborazione tra la delegazione  delle Nazioni Unite lì presente, che lo ospiterà nel suo giardino all’inizio del Decumano, una delle tappe fondamentali dell’Itinerario ONU dedicato al tema “Sfida Fame Zero • Uniti per un mondo sostenibile”.

L’iniziativa è in linea con la partnership esistente dal 1954 tra JCI – unica associazione che non sia un'agenzia dell'ONU a poter vantare nel proprio logo il globo delle Nazioni Unite – e l'ONU e con la lettera d'intenti per il coinvolgimento di JCI nella definizione dell'agenda post 2015, sottoscritta nel 2013 a Palazzo di Vetro dal presidente internazionale JCI espresso dall'Italia, Chiara Milani.

I volontari dell'associazione JCI Italy, saranno presenti la domenica per offrire ulteriori spiegazioni ai visitatori e regalare loro uno speciale adesivo-ricordo. Gli altri giorni della settimana, tutti gli interessati potranno comunque votare, segnando con una "x" sulla scheda i sei dei sedici obiettivi elencati che ritengono prioritari per il futuro del mondo e riponendo poi il loro voto nell'apposita urna. Il voto sarà anonimo, con la richiesta di fornire soltanto alcuni dati come età, genere, nazionalità e grado d'istruzione, a fini statistici. A invitare i visitatori a votare sarà lo stesso Ban Ki-moon, attraverso un video inviato dalla campagna MY World appositamente per l'Expo.

Il segretario delle Nazioni Unite ha sottolineato: "I giovani sono dotati di menti aperte e di una profonda consapevolezza delle tendenze emergenti, e stanno portando le loro energie, le idee e il coraggio di alcune delle sfide più complesse e importanti affrontate da quella grande famiglia che è l'umanità".

 

Share this page