Concerto Food Moves the World ad Expo 2015 apre le celebrazioni della Giornata mondiale dell’alimentazione

Le celebrazioni della Giornata mondiale dell’alimentazione a Expo Milano 2015 si aprono il 15 ottobre con il concerto Food Moves the World. Sul palco dell’Auditorium saliranno, a partire dalle 20.00, No Hunger Orchestra, Fronteras Musicales Abiertas e Giovanni Allevi.
Organizzato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo e dal Diparimento per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile della Commissione Europea (ECHO), il concerto offre l’occasione di avvicinare il pubblico dell’esposizione universale alla sfida di eliminare la fame e la povertà.

Questi stessi temi saranno al centro della cerimonia della Giornata mondiale alimentazione, il 16 ottobre, quando sullo stesso palco ci saranno il Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki-moon, il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, e i Ministri italiani degli Affari Esteri e dell’Agricoltura, Paolo Gentiloni e Maurizio Martina. 

La cerimonia ufficiale commemorerà il 70 anniversario della FAO e sarà dedicata al tema di questa edizione della giornata, “Protezione sociale e agricoltura per spezzare il ciclo della povertà rurale”, e come questo sia collegato con il tema ONU per Expo 2015, “Sfida Fame Zero • Uniti per un mondo sostenibile”.

La No Hunger Orchestra è un gruppo creato da ECHO e dlla NGO Action Against Hunger ed è composto da sei musicisti che suonano strumenti ricavati da parti non commestibili di diversi alimenti.

Fonteras Musicales Abiertas è un progetto di formazione di alto livello per giovani musicisti provenienti dalle zone di confine del fiume del fiume Paranà, tra Paraguay e Argentina. Questo programma culturale transfrontaliero è promosso dall'Istituto Italo-Latino Americano (IILA) e il Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI) d'Italia, in collaborazione con l'Università Cattolica. FMA è parte integrante del progetto Cooperazione Italiana "Open Borders" e ha il sostegno istituzionale del Ministero degli Affari Esteri del Paraguay.

Nel corso della serata, che ci conclude con un concerto da solista del pianista e compositore Giovanni Allevi, saranno proiettati alcuni brevi video dedicati all’importanza e al significato dell’Agenda di sviluppo appena approvata. 

Share this page