La Cooperazione Italiana porta il dibattito sull’Agenda post-2015 a Milano

In un'esposizione universale come quella in corso, dal tema "Nutrire il Pianeta. Energia per la vita", non poteva mancare una discussione sui alcuni dei temi al centro del dibattito internazionale sull'Agenda post-2015 come l'alimentazione e la sostenibilità. L'occasione è data dalla conferenza "Agenda di sviluppo post 2015: agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare e nutrizionale" in programma il 14 ed il 15 maggio, a Palazzo Castiglioni a Milano, organizzata dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo.

Expo Milano 2015 cade in un anno cruciale per le Nazioni Unite: quest'anno volgono al termine gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDG) e si valuteranno i risultati raggiunti; a seguire sarà lanciata la nuova Agenda post-2015 con i nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG). In entrambi casi centrali sono i temi dell'agricoltura sostenibile e della sicurezza alimentare e nutrizionale: il primo Obiettivo del Millennio prevedeva il dimezzamento tra il 1990 e il 2015 della proporzione di persone che soffrono la fame; tra gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile è stato proposto di mettere come secondo traguardo quello di eliminare definitivamente la fame entro il 2030.

Un obiettivo tanto ambizioso quanto realizzabile come dimostrato dalla Sfida Fame Zero, la chiamata all'azione lanciata dal Segretario Generale dell'ONU, Ban Ki-moon, che indica che la fame nel mondo può essere eliminata nel corso della nostra esistenza. Questa stessa Sfida è al centro della partecipazione delle Nazioni Unite a Expo Milano 2015 che hanno scelto come tema: "Sfida Fame Zero. Uniti per un mondo sostenibile". 

Promossa nell'ambito degli eventi organizzati dalla Cooperazione italiana ad Expo 2015 ed organizzata in collaborazione con l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e le tre agenzie ONU con sede a Roma (FAO, IFAD e WFP), questa due giorni discuterà di questi chiave per il futuro del nostro pianeta. Previsti gli interventi, tra gli altri, del premio Nobel Amartya Sen, del Vice Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, Lapo Pistelli, del Vice Direttore Generale della FAO, Jomo Kwame Sundaram, del Vice Presidente dell'IFAD, John McIntire e della Direttrice dell'Ufficio di Ginevra del WFP, Gordana Jerger. 

Il programma del 14 maggio

Il programma del 15 maggio

 

 

 

 

Share this page