Un mese alla data clou di Expo 2015: la Giornata Mondiale dell'Alimentazione

Quello che si preannuncia come l’evento più importante di tutta Expo 2015 si avvicina. Tra un mese, il 16 ottobre, l’esposizione universale ospiterà le celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Per l’occasione arriverà il Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki-moon, e tornerà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, già in visita ufficiale ad Expo 2015 il 5 giugno scorso, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente.   

Insieme a loro, sul palco dell’Auditorium di Expo 2015, ci sarà il “padrone di casa” della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, il Direttore Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), José Graziano da Silva.  La giornata, infatti, si celebra il 16 ottobre per commemorare la fondazione della FAO, avvenuta in quella data nel 1945.

La cerimonia ufficiale sarà dedicata al tema “Protezione sociale e agricoltura per spezzare il ciclo della povertà rurale”, e al suo collegamento con il tema dell’ONU per Expo 2015, “Sfida Fame Zero · Uniti per un mondo sostenibile”. Tra i suoi momenti più significativi ci sarà la consegna al Segretario Generale dell’ONU della Carta di Milano e del Milan Urban Policy Pact, i due documenti che costituiscono l’eredità politica di Expo 2015.  

Le celebrazioni di quest’anno non potevano che tenersi ad Expo Milano 2015, l’evento globale sull’alimentazione e la produzione sostenibile di cibo, segnandone il momento più alto. Ma anche altri aspetti fanno assumere maggiore rilevanza a questa data: il 16 ottobre riccorrono i 70 anni dalla fondazione della FAO e la giornata si colloca nel periodo cruciale tra il Summit mondiale delle Nazioni Unite di settembre, durante il quale sarà adotta l’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, e la Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (COP21) di dicembre, dove si prevede di raggiungere un accordo vincolante e universale sul clima.

Sin dall’annuncio, nel 2011, della partecipazione del sistema ONU a Expo 2015 è stato sottolineato come quest’esposizione universale si tenga in un anno di svolta per le Nazioni Unite e per la comunità globale: gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDG) volgono al termine e i nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per i prossimi 15 anni saranno lanciati. Il secondo di questi nuovi obiettivi – eliminare la fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile – incarna totalmente la Sfida Fame Zero, l’iniziativa lanciata dal Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-moon, nel 2012, e poi adottata dal sistema ONU come tema di partecipazione a Expo Milano 2015.

Protagonisti di questi giorni che precedono la Giornata Mondiale dell’Alimentazione saranno gli studenti: con l’inizio dell’anno scolastico, scolaresche di ogni ordine e grado torneranno ad affollare Expo 2015 e in particolare il Padiglione Zero, una delle tappe fondamentali dell’Itinerario ONU.   

E i giovani saranno protagonisti anche della Giornata Mondiale dell’Alimentazione: a loro, che spesso vengono definiti la Generazione Fame Zero, sarà mandato un messaggio forte per coinvolgerli nella sfida per i prossimi 15 anni di eliminare la fame e la povertà.   

Share this page