NOTIZIE DEL VERTICE

56 Nazioni hanno firmato il trattato internazionale cruciale per la sicurezza alimentare

Risposta eccellente all'appello del Direttore generale della FAO

ROMA, 13 giugno 2002 -- Il Vertice mondiale sull'alimentazione: cinque anni dopo si conclude con risultati positivi per la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile. Altri 45 paesi hanno firmato il Trattato internazionale sulle risorse genetiche delle piante per l'alimentazione e l'agricoltura, portando il numero delle adesioni a 56*: 35 paesi in via di sviluppo, 20 paesi sviluppati e la Comunitį Europea.

Il Trattato era stato approvato per consensus alla Conferenza FAO del 2001. I suoi obiettivi sono la conservazione e l'uso sostenibile delle risorse fitogenetiche e la condivisione giusta ed equa dei benefici legati al loro uso, compresi i benefici monetari derivati dalla commercializzazione .

Le risorse genetiche delle piante sono essenziali ai fini dell'agricoltura e della sicurezza alimentare per l'umanitį ora e in futuro. La FAO calcola che nell'intera storia dell'umanitą 10.000 specie siano state utilizzate per l'alimentazione. Oggi le specie vegetali che costituiscono il 90% del nostro nutrimento non sono piś di 120. Inoltre, la biodiversitį di queste specie coltivate č andata in larga parte perduta nel ventesimo secolo.

Questo Trattato internazionale, legalmente vincolante, provvede ai diritti degli agricoltori e stabilisce un sistema multilaterale di scambio delle risorse genetiche di 64 colture e piante foraggere, importanti per la sicurezza alimentare globale.

--------


*Paesi firmatari: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bhutan, Brasile, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Canada, Repubblica Centro Africana, Chad, Costa Rica, Costa d'Avorio, Cipro, Danimarca, Repubblica Dominicana, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Comunitį Europea, Finlandia, Francia, Gabon, Germania, Grecia, Guatemala, Guinea, Haiti, India, Irlanda, Italia, Giordania, Lussemburgo, Malawi, Mali, Malta, Messico, Marocco, Namibia, Olanda, Niger, Nigeria, Norvegia, Portogallo, Senegal, Siria, Spagna, Sudan, Swaziland, Svezia, L'Ex Repubblica Yugoslava di Macedonia, Tunisia, Regno Unito, Uruguay, Venezuela.

    commenti?   scrivi al webmaster

© 2002 FAO