Roma, 28 novembre 2000 _ I Paesi membri dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) hanno approvato la proposta del Direttore Generale di tenere un "Vertice Mondiale sull'Alimentazione: cinque anni dopo" durante la prossima sessione della Conferenza della FAO nel novembre 2001, ha annunciato oggi l'Organizzazione.

Il Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf, ha proposto la riunione per fare il punto sull'attuazione del Piano d'Azione del Vertice Mondiale sull'Alimentazione cinque anni dopo il Vertice, che si svolse a Roma nel novembre 1996, e in cui 186 paesi, dei quali 112 rappresentati dai rispettivi Capi di Stato o di Governo, o dai loro vice, s'impegnarono a dimezzare il numero degli affamati _ 800 milioni di persone _ entro il 2015.

Il Consiglio che governa la FAO ha approvato all'unanimità "una riaffermazione dell'impegno a operare per la realizzazione degli obiettivi fissati nel 1996 dal Vertice Mondiale sull'Alimentazione, e della necessità di intensificare gli sforzi in vista del traguardo stabilito dal Vertice per il 2015". Esso ha riconosciuto che l'intenzione del Direttore Generale era di mobilitare la volontà politica allo scopo di mantenere gli impegni assunti a Roma nel 1996.

I membri del Consiglio hanno convenuto che era appropriato, e auspicabile, che la verifica venisse effettuata al più alto livello politico, e includesse la partecipazione della società civile. Il Direttore Generale ha annunciato che avrebbe invitato alla riunione i Capi di Stato o di Governo, ottenendo anche su questo punto l'approvazione del Consiglio.

In una dichiarazione al Consiglio, il dr. Diouf ha detto che l'odierno stato d'insicurezza alimentare nel mondo "esige un'azione che vada al di là dell'ordinaria amministrazione", aggiungendo che una molteplicità di fattori ha creato "un ambiente che sta rendendo difficile raggiungere gli obiettivi fissati dal Vertice Mondiale sull'Alimentazione".

Il dr. Diouf ha rilevato che nel 2000 la produzione agricola è cresciuta soltanto dell'1,2 per cento, a fronte di un aumento del 2 per cento nel 1999. Contemporaneamente, "il numero di coloro che soffrono la fame va diminuendo soltanto di 8 milioni di unità l'anno, mentre per raggiungere i traguardi del Vertice Mondiale sull'Alimentazione è necessaria una riduzione di 20 milioni di persone l'anno".Egli ha sottolineato che "l'impegno di spesa dell'Assistenza Ufficiale allo Sviluppo (ODA) in favore dell'agricoltura rimane tuttora inferiore del 6 per cento alle cifre del 1990".

Il dr. Diouf ha detto che "numerosi problemi _ disastri naturali e disastri provocati dall'uomo _ stanno conducendo a una situazione in cui il numero delle persone toccate da questi disastri è cresciuto, passando da 52 milioni nel 1999 a 62 milioni nel 2000". E ha continuato: "Per far fronte a questa situazione, occorre reagire e coinvolgere i massimi livelli politici dei nostri paesi".

Secondo la FAO, a meno di sforzi addizionali per accelerare il cammino della lotta contro la fame, l'obiettivo fissato dal Vertice Mondiale sull'Alimentazione _ il dimezzamento del numero delle persone denutrite (da 800 a 400 milioni) entro il 2015 _ non potrà essere raggiunto prima del 2030, ossia con un ritardo di quindici anni.

**************************

Per ulteriori informazioni, vi preghiamo di contattare l'ufficio della Fao per i rapporti con i media (tel. 0039.06.57053625), o di visitare il sito Web http:// www.fao.org

Audio-clip
Uno stralcio della dichiarazione pronunciata dal Direttore Generale in apertura della 19a Sessione del Consiglio della FAO (20 novembre 2001). Durata: 2 min. 11 sec.

In RealAudio (Instant Play, 271 Kb)

in mp3 (qualità radiofonica, da scaricare)

_ l'esecuzione dei files RealAudio richiede il software RealPlayer; vedi http://www.real.com. RealPlayer è gratuito.

_ l'esecuzione dei files mp3 richiede un qualunque software mp3: Winamp, Windows Media Player, Quicktime 4.0; RealPlayerG2, ecc.

Tutti sono disponibili gratuitamente sul Web: http://www.winamp.com; http://quicktime.com; http://www.microsoft.com/downloads/

Se non riuscite a scaricare, siete pregati di chiamare l'unità radio per suggerimenti: tel. 0039-06-5705 6863/3223