Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura

16 Ottobre 2021

Giornata Mondiale dell'Alimentazione

Il Dottor Merisia

“Per i pastori perdere il proprio bestiame, loro unico mezzo di sussistenza, è un vero disastro... dobbiamo aiutarli a mantenere tutti i loro animali in buona salute prima di attraversare il confine con l’Uganda per il pascolo e il commercio”.
13/07/2021

Etiopia, Kenya, Sudan, Uganda

Il Dottor Merisia è molto conosciuto in Karamoja, regione a cavallo tra l’Etiopia sudoccidentale, il Kenya nordoccidentale, il Sud Sudan sudorientale e l’Uganda nordorientale. Per molti anni è stato a capo dei servizi veterinari nella Contea di West Pokot, è famoso per i suoi programmi radiofonici di informazioni utili alla comunità ed è una presenza fissa tra gli allevamenti della zona, dove vaccina e cura vari problemi di salute animale.

Il coordinamento transfrontaliero della salute del bestiame, dei loro spostamenti e della condivisione delle risorse naturali tra i pastori sono stati aspetti centrali del lavoro della FAO in Karamoja negli ultimi dieci anni. A tal riguardo gli sforzi della FAO hanno contribuito a stabilire un equilibrio stabile e pacifico tra le comunità. I potenziali conflitti vengono scongiurati prima che esplodano, consentendo ai governi locali di coordinare al meglio i servizi sanitari per il bestiame.

Il coordinamento transfrontaliero del bestiame e la condivisione delle risorse naturali si basa sui meccanismi di condivisione delle tradizionali risorse pastorali. Nel 2013 la FAO ha stabilito un accordo tra Kenya e Uganda, a cui è seguito nel 2014 un accordo a livello distrettuale tra la Contea di West Pokot (Kenya) e il distretto di Amudat (Uganda), che ha consentito ai veterinari kenioti di assistere il bestiame nei punti di confine con Amudat.

Grazie a questo accordo il dottor Merisia ha ottimizzato il lavoro sulla salute animale in questa regione.  Con la sua supervisione, milioni di capi di bestiame sono stati e continuano a essere trattati oltre il confine.

“Gli animali godono di ottima salute. Sono in buone condizioni e ottengono soddisfacenti valutazioni sul mercato, il che ha aiutato moltissimo i pastori che dipendono da loro per la loro sussistenza”.

L’insorgenza di malattie è tuttora una realtà, ma ormai i pastori possono contare sul fatto che, una volta segnalati i focolai, sono disponibili i test rapidi e le cure del caso. 

“Per i pastori perdere il proprio bestiame, loro unico mezzo di sussistenza, è un vero disastro. Si ritrovano senza cibo, senza soldi e soffrono di malnutrizione. Dobbiamo aiutarli a mantenere tutti i loro animali in buona salute prima di attraversare il confine con l’Uganda per il pascolo e il commercio”.

Il Dottor Merisia sottolinea con un certo sollievo che la pace continua a regnare. 

“Ormai le persone hanno smesso di rubare il bestiame e hanno compreso quanto sia importante la pace. Non sono affatto disposti a perdere i benefici della pace”.

Il progetto transfrontaliero della FAO in Karamoja è una delle soluzioni innovative selezionate dal Global Best Practice Programme di Expo 2020 Dubai. Il progetto e il Dottor Merisia compaiono in un nuovo filmato a 360° che sarà presentato all’esposizione universale nell’ottobre 2021.

Per saperne di più

FAO Podcast - Guerrieri sulla via della pace  

Storia - http://www.fao.org/news/countries-good-practices/article/en/c/1390760/