Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura

16 Ottobre 2022

Giornata Mondiale dell'Alimentazione

Jacob Beaton e Jessica Ouellette

"Se iniziassimo a restituire le terre ai popoli indigeni e a ricostruire le economie autoctone, ne beneficerebbero tutti. Questa è la visione di Tea Creek: comunità indigene floride e resilienti e un’economia sostenuta da cibo in abbondanza."
28/09/2022

Canada

Quando Jacob e Jessica Beaton hanno abbandonato la vita in periferia per trasferirsi in una fattoria di 140 acri nella Columbia Britannica, hanno utilizzato video di YouTube per imparare a coltivare gli ortaggi. Dopo quattro anni e una pandemia globale, ne coltivano migliaia di chili e si sono fatti promotori del rilancio della sovranità alimentare tra le comunità indigene della costa occidentale. 

Jacob e Jessica hanno creato Tea Creek, un centro di formazione gestito da indigeni, che offre uno spazio culturalmente sicuro alle “Prime Nazioni” locali affinché possano acquisire una serie di competenze. 

Dopo aver assistito all’interruzione delle filiere alimentari locali durante la crisi del COVID-19 e a incendi e inondazioni di notevole entità, i due si sono preoccupati della sovranità alimentare nella loro nuova residenza nel Territorio di Gitxsan. 

La svolta è arrivata quando sono stati contattati dai capi indigeni locali, che hanno chiesto alla coppia di coltivare cibo per le loro comunità: Jacob e Jessica hanno aperto le porte della loro fattoria e hanno iniziato a formarle. 

C’è carenza di agricoltori e di terreni agricoli”, dice Jacob, che è di etnia Tsimshian. 

In Canada i produttori alimentari indigeni sono meno dell’1% e quasi la metà delle famiglie indigene ha difficoltà a mettere il cibo in tavola: nelle loro comunità i prodotti nutrienti sono molto più costosi rispetto ai centri urbani. 

Le popolazioni indigene canadesi sono giovani e in rapida crescita, spiega Jacob, e hanno il doppio delle probabilità di vivere svolgendo attività rurali nel loro territorio e cinque volte più probabilità di diventare imprenditori in settori come l’agricoltura e la produzione alimentare, se ne avessero l’opportunità. 

Nell’ambito del Programma di formazione sulla sovranità alimentare, i tirocinanti di Tea Creek seguono corsi di orticoltura, falegnameria, mappatura con droni, imparano a manovrare macchinari pesanti e a produrre storie per comunicare in maniera efficace il progetto ai media. Il programma prevede che i tirocinanti si diplomino con competenze e conoscenze valide e spendibili nel settore dei sistemi alimentari. 

Nel 2021, il primo anno di attività a pieno regime, Tea Creek ha ospitato oltre 1.000 indigeni, servito più di 6.000 pasti e ha prodotto cibo che è stato distribuito alle comunità locali, agli ospiti, al personale e ai tirocinanti. 

Finora si sono diplomati 84 tirocinanti indigeni, che continuano a produrre cibo e a realizzare serre e orti familiari. 

Per rigenerare la sicurezza alimentare e la salute delle popolazioni indigene in Canada, Jacob e Jessica stanno facendo di tutto per cambiare le politiche e le norme relative ai finanziamenti e alla proprietà fondiaria, che ostacolano le popolazioni native in tutto il paese.