Formare la generazione #FameZero

Il clima sta cambiando

Cambiamento climatico, alimentazione e agricoltura


Le nostre azioni quotidiane, le decisioni ed i nostri comportamenti hanno tutti un impatto sul clima. Il cambiamento climatico sta avendo effetti sulla salute del nostro pianeta e sta cambiando il nostro mondo. Sta causando maggiori disastri naturali e problemi ambientali, che rendono più difficile coltivare il cibo. Coltivare cibo è anche parte del problema, in quanto abbiamo deciso di percorrere scorciatoie per produrre ciò di cui avevamo bisogno, danneggiando così il nostro pianeta. Al fine di nutrire una popolazione in crescita, che si prevede raggiungerà i 9,6 miliardi di persone nel 2050, dovremo imparare a coltivare quello che ci serve in un modo che non continui a distruggere il pianeta.

Adattarsi al cambiamento

Adattarsi al cambiamento climatico significa cambiare il modo in cui il cibo viene prodotto, affinché il nostro pianeta rimanga sano e in grado di produrre tutto il cibo di cui avremo bisogno in futuro. Significa anche aiutare le popolazioni più povere, che soffrono di più a causa dei cambiamenti climatici, preparandole ad affrontare i disastri naturali, come la siccità, e aiutandole a riprendersi più in fretta dai disastri che non possono essere evitati. Occorre adattare l’alimentazione e l’agricoltura al cambiamento climatico in modo sostenibile. La sostenibilità è tutto per il futuro - si tratta di costruire e mantenere un pianeta sano che possa alimentare una popolazione mondiale crescente e le generazioni a venire. 

Siamo  La  Generazione  Fame  Zero  Sapevi che ogni sera quasi 1 persona su 9 va a letto senza aver mangiato? Significa oltre 800 milioni di persone. Si produce abbastanza cibo nel mondo per sfamare tutti, quindi perché ci sono ancora persone che soffrono la fame? La fame esiste per molte ragioni: i poveri possono non avere i soldi per comprare il cibo, la guerra può impedire alle persone di avere accesso al cibo, le catastrofi naturali possono causare la fame, e troppo cibo viene sprecato. La buona notizia è che i leader di tutto il mondo vogliono porre fine alla fame. Nel 2015, 193 Paesi si sono impegnati a raggiungere 17 obiettivi di sviluppo sostenibile,con l’obiettivo generale di porre fine alla fame entro il 2030. Ma i leader non possono fare questo da soli. Hanno bisogno dell’aiuto delle organizzazioni internazionali, degli agricoltori, delle scuole, delle università, delle aziende e di te. Possiamo diventare, se lavoriamo insieme, la prima generazione capace di cancellare la fame dal pianeta: la Generazione Fame Zero. Porre fine alla fame è una responsabilità di tutti e tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere, semplicemente cambiando le nostre azioni decisioni quotidiane.

Scarica qui il libro delle attività.